Movida e degrado: il Comune pensa allo stop di vendita di alcolici di notte

Il provvedimento potrebbe colpire anche i locali. La giunta ci sta pensando

Il Comune di Milano sta valutando l'ipotesi di vietare la vendita di alcolici da asporto nelle ore notturne.

Lo ha spiegato il sindaco di Milano Beppe Sala, durante una colazione con i cittadini nel quartiere della Stazione Centrale, la mattina di sabato 4 maggio. "Sono fermamente contrario alle chiusure domenicali, molto più tiepido sulle aperture giorno e notte soprattutto se si vendono alcolici da asporto. Sto riflettendo sulla possibilità di dire che alcolici d'asporto la notte non se ne vendono" ha detto il primo cittadino.

"Io sono preoccupato dei micronegozi, non mi riferisco a quelli gestiti da immigrati ma in generale a quelli che di notte vendono alcolici e che creano nella zona intorno un po' di confusione. Abbiamo ricevuto lamentele e quindi dobbiamo affrontare la questione, confrontandoci con le associazioni di riferimento", ha specificato Sala.

Ai cronisti che gli hanno chiesto se il provvedimento potrebbe riguardare anche i locali, il sindaco ha poi risposto: "Penso di sì. Bisogna ragionare, però il tema è l'asporto".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Giovane morto travolto da un treno del metrò: Cassazione condanna l'agente di stazione di Atm

  • Milano, guardia giurata travolge motociclista, vede che è morto e si spara in testa: il dramma

  • Primark apre un altro negozio milanese: il 4 dicembre inaugura il mega store al Fiordaliso

  • Influencer per sfida in piazza Duomo, torna la seconda volta: identificata con l'autista

  • Incidente a Milano, perde il controllo dell'auto: finisce nel ristorante, paura in piazzale Martini

  • Milano, lite in strada tra due donne per 50 euro: uomo le separa ma viene accoltellato

Torna su
MilanoToday è in caricamento