Sbiancamento dei denti: tutti i rimedi naturali e professionali

Avere denti bianchi e sani è il desiderio di tutti noi, ma occorrono degli accorgimenti per evitare danni ed ottenere risultati davvero efficaci. Scopri come

Denti bianchi e sorriso luccicante: il sogno di moltissime persone. Non sempre, però, si conoscono i metodi per ottenere un sorriso smagliante, e si rischia per questo motivo di incorrere in rimedi "fai da te" adirittura nocivi per i nostri denti. In questa guida scopriamo come avere denti bianchi, sani e luminosi, in modo naturale.

Il primo passo da compiere

Il primo passo da compiere, prima di sbiancare i propri denti in modo naturale o chimico, è effettuare una visita odontoiatrica specialistica. Spetta infatti al dentista acconsentire o meno allo sbiancamento dei denti ed indicarne la tipologia più opportuna. In presenza di carie, gengiviti o patologie del cavo orale, infatti, lo sbiancamento dei denti è consigliato solo dopo aver curato il problema di fondo. Se il vostro dentista vi dà il via libera, potete allora procedere allo sbiancamento.

Lo sbiancamento naturale

Lo sbiancamento naturale dei denti è l'alternativa più economica a quella chimica, eseguita con perossido di idrogeno o altri schiarenti. Scopriamo quindi dei rimedi "casalinghi" che vi stupiranno.

- Il bicarbonato

Spazzolare i denti con il bicarbonato di sodio è il rimedio più efficace per sbiancare i denti. Una volta alla settimana lavateli con un po' di bicarbonato puro, sullo spazzolino umido e spazzolando i denti dolcemente. L'utilizzo casalingo del bicarbonato di sodio per sbiancare i denti è controindicato per tutti coloro che soffrono di alterazioni dell'equilibrio acido-basico, come insufficienza renale, ipertensione o che assumono farmaci steroidei o diuretici.

- Il succo di limone

Oltre al bicarbonato, un altro rimedio per sbiancare i denti è il limone: grazie ai suoi acidi, infatti, il limone sbianca i denti ingialliti e macchiati, rinfrescando l’alito e rinforzando le gengive grazie alla Vitamina C. Basta spazzolare i denti con del succo di limone appena spremuto, spazzolando dolcemente per qualche minuto, non più di due volte alla settimana.

- Il carbone vegetale

Ebbene sì, in pochi lo direbbero: il carbone vegetale viene usato in molti Paesi per l'igiene orale quotidiana. Basta versare un pizzico di carbone vegetale in polvere sullo spazzolino inumidito e lavare i denti. Per evitare il rischio di graffiare i denti si può aggiungere al carbone vegetale qualche goccia d’acqua.

Lo sbiancamento professionale

Come alternativa ai rimedi naturali, invece, esiste anche lo sbiancamento professionale. Questo tipo di attività deve essere effettuata in ambulatori dentistici - o comunque presso centri specializzati - direttamente dall'odontoiatra o, eventualmente, dall'igienista dentale. Prima di procedere con questo tipo di trattamento, è necessario eseguire un'accurata pulizia dentale per rimuovere tartaro, placca ed eventuali pigmentazioni esterne. Ovviamente questo tipo di sbiancamento è più efficace di quello domiciliare in termini di velocità e grado di sbiancamento ottenuto.

Siete pronti a scegliere il rimedio più adatto a voi?


In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Orrore a Milano, ragazzo trovato morto in casa: cadavere in avanzato stato di decomposizione

  • Incidente a Cesano, travolta da un bus Atm mentre attraversa sulle strisce: è grave

  • Un ponte sospeso, store "sperimentali", 190 negozi: ecco il nuovo mega mall di Milano

  • Scuole, ecco i licei e gli istituti di Milano dove il diploma vale oro: la classifica completa 2019

  • Metro linea gialla M3: uomo perde la vita, circolazione bloccata

  • Milano, mega incendio in una palazzina in via Della Torre: 50 evacuati, due bimbi in ospedale

Torna su
MilanoToday è in caricamento