A teatro con Giada

A teatro con Giada

"ubriacati di cultura"

Aperitivi letterari dove alla degustazione di prelibatezze gastronomiche e vino biologico vengono abbinate letture, aforismi e performances, per farsi coccolare da Catullo, viziare da Artusi e appassionare da Dante

 Ora che le giornate sono più lunghe e si ha più tempo libero, ottimizzatelo seguendo una delle iniziative promosse dalla compagnia "Scimmie Nude", una serie di incontri organizzati da Francesca Audisio, con la regia e direzione artistica di Gaddo Bagnol  e con Claudia Franceschetti, Andrea Magnelli, Marco Olivieri e con la collaborazione di Igor Loddo, che hanno avuto inizio l'8 giugno con la serata a tema "cibati di cultura", ecco il programma. Il 22 giugno, letture dedicate al vizio più importante degli ultimi secoli: il vino. "Prodigioso dono di Dioniso, liquore sacro per libare alla divinità o per celebrare un rito, nettare da gustare in un banchetto, ovvero filtro satanico capace di scatenare incontrollate passioni, effimero sollievo al male di vivere".

Il 29 giugno, lasciatevi coinvolgere nella lettura emozionante di uno dei testi più importanti della nostra letteratura, le Letture Dantesche, lettura interpretativa sui canti più interessanti della Divina Commedia. Il 13 luglio sarà poi la volta di Partiture Futuriste (replica dell'incotro tenutosi il 15 giugno), una performance di 25 minuti, consistente in una partitura teatrale che mostrerà un esempio di teatro sintetico a partire da un testo originale di Marinetti (Chiaro di Luna - compenetrazione alogica). Il 6 luglio "Cibati di Cultura!" (replica della serata d'apertura), quaranta minuti di letture dedicate al cibo, che verranno ascoltate degustando vino biologico dell'azienda agricola "Il Cerchio Bio" e assaggiando le prelibatezze del ristorante A Filo D'Acqua di Sulzano.

 

Spazio Scimmie Nude - Piazza Perego 11, 20154, Milano

ore 19.45 - ingresso 10 euro + 5 tessera Scimmie Nude

 

Per il numero limitato di posti si consiglia la prenotazione.

 

A Teatro con Giada

Laureata in Editoria e giornalismo, amo viaggiare, divorare libri, riviste e granite al pistacchio… da siciliana verace. Sempre connessa, non vado da nessuna parte senza il mio portatile, sul quale spesso mi ritrovo addormentata perché intenta a lavorare fino a notte fonda. Tra tutti i posti in cui sono stata e ho vissuto, Milano è uno di quelli in cui vale davvero la pena di vivere e di cui si potrebbe parlare per ore: teatri, mostre e negozi che non hanno nulla da invidiare al resto dell'Europa e del mondo.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Torna su
MilanoToday è in caricamento