T'el see che a Milan... ?

T'el see che a Milan... ?

Quanta acqua risparmierebbe Milano se chiudesse tutte le "vedovelle" della città?

Le 668 fontanelle di Milano erogano circa otto litri d'acqua al secondo

Per contrastare l'emergenza siccità a Roma (da luedì 3 luglio) sono stati chiusi trenta "nasoni" e il provvedimento andrà avanti nei prossimi giorni. Una manovra per contrastare gli effetti della siccità e ridurre i prelievi dal Lago di Bracciano. Ottantacinque delle circa 2.800 fontanelle presenti sul territorio romano, però, resteranno escluse dal piano che ha sollevato numerose polemiche. La domanda sorge spontanea a molti milanesi: non si potrebbe chiudere le fontanelle della città (le vedovelle) per risparmiare acqua? Quanta acqua verrebbe risparmiata? Procediamo con ordine.

Cosa sono le vedovelle

Le vedovelle sono le tipiche e famose fontanelle di Milano, che devono il loro nome all'incessante filo d'acqua che sgorga,  simile a un pianto perenne di vedova. Sono anche chiamate "Drago verde" per il loro tipico colore verde e il rubinetto a forma di testa di drago. Le fontanelle sono state disegnate nel 1931 e sono fatte tutte di ghisa meno una: quella di Piazza della Scala, fatta interamente in bronzo poiché è stata la prima a essere costruita. Attualmente a Milano ci sono 668 vedovelle.

Draghi verdi, uno spreco d'acqua?

È credenza popolare che le vedovelle generino spreco d'acqua, ma non è così ed è la stessa MM a smentirlo con una nota sul suo sito istituzionale. "Il flusso d'acqua continuo delle vedovelle — si legge — non è utile solo per dissetarsi, ma svolge anche l'importante funzione di mantenere l'acqua sempre in movimento preservandone la freschezza e la buona qualità in corrispondenza delle tubazioni terminali cieche, le cosiddette 'teste morte'". 

I numeri delle vedovelle sono irrisori, se confrontati a quelli dell'acquedotto di Milano. Nello specifico a Milano — sempre secondo i dati di MM — vengono erogati circa 7.500 litri al secondo. Tradotto: case, uffici e fabbriche di Milano prelevano dall'acquedotto 450 metri cubi d'acqua ogni minuto. Le vedovelle? Solo 8 litri al secondo, meno di mezzo metro cubo al minuto. 

Inoltre la portata in uscita dalle fontanelle "non si disperde inutilmente — si legge sempre sul sito di MM —, al contrario l'acqua si scarica in fognatura, raggiunge i depuratori di Milano, viene disinfettata e quindi impiegata dai consorzi agricoli per l'irrigazione dei campi a sud di Milano".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La mappa con tutte le vedovelle di Milano

T'el see che a Milan... ?

Piccole curiosità, storie, aneddoti e leggende all'ombra della Madonnina

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Torna su
MilanoToday è in caricamento