T'el see che a Milan... ?

T'el see che a Milan... ?

Perchè il Carnevale ambrosiano si festeggia in ritardo rispetto al resto d'Italia?

Le spiegazioni sono molteplici e affondano le radici nella storia

Manca poco al Carnevale, si sa. Piacevole intermezzo d'inverno tra maschere, dolciumi, cordiandoli e stelle filanti. Eppure, i bimbi milanesi, da compiuta tradizione, devono aspettare qualche giorno in più rispetto ai coetanei delle altre province. La domanda sorge spontanea: perchè il carnevale ambrosiano arriva in ritardo?

Le spiegazioni sono molteplici, affondano le radici nella storia e, non dimentichiamolo, nelle leggende: il racconto tramandato oralmente è di ardua verifica. L'intera arcidiocesi di Milano e i territori di alcune delle diocesi vicine, infatti, festeggiano il Carnevale quattro giorni dopo rispetto al resto del Paese.

Invece che di martedì il giorno prescelto è il sabato, detto sempre 'Grasso', perché era l'ultimo giorno in cui ci si poteva abbuffare prima del digiuno quaresimale. Secondo la tradizione orale, l'origine del Carnevale Ambrosiano nella seconda metà del 300 d.C. sarebbe legata al fatto che Sant'Ambrogio, vescovo della città, trovandosi in pellegrinaggio lontano (o secondo alcuni in viaggio diplomatico), avrebbe chiesto ai milanesi di aspettare il suo ritorno per dare il via alle celebrazioni per l'inizio della Quaresima. I festeggiamenti carnevaleschi sarebbe quindi rimasti in sospeso per alcuni giorni.

Seguendo un'altra versione, invece, i milanesi avrebbero approfittato dell'assenza del prelato per continuare la festa. Un'altra ipotesi è che a causare il ritardo del carnevale milanese potrebbe essere stato il prolungarsi di conflitti bellici, pestilenze o carestie: il vescovo Ambrogio espose al Papa la delicata questione, in merito ottenne una dispensa speciale perpetua. Ovvero, è concesso festeggiare fino al sabato precedente la prima domenica di Quaresima limitatamente alla sola diocesi di Milano e ai territori di pertinenza. O, ancora, un'altra teoria vuole che il Rito Ambrosiano sia il frutto della transizione dal calendario giuliano, basato sul ciclo delle stagioni, al calendario gregoriano, quello utilizzato ancora oggi, avvenuta soltanto nel 1582.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Non solo: un'ulteriore possibilità sull'origine del Carnevale Ambrosiano è legata alla diversa interpretazione che i milanesi avrebbero fatto dei termini "penitenza" e "digiuno", che avrebbe portato a uno slittamento nell'inizio della Quaresima. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, quando si azzerano i contagi a Milano e in Lombardia: le prime previsioni

  • Coronavirus, quando finisce quarantena? "Le misure saranno allungate oltre 3 aprile"

  • Coronavirus: contagi in calo in Lombardia, ma 458 morti in un giorno. A Milano 3.560 positivi

  • Coronavirus, morto barista milanese di 34 anni: lascia un bimbo di 1 anno

  • Coronavirus, per la Regione "dati confortanti" ma la crescita dei contagi (e dei morti) è senza fine

  • Violente risse nella notte: uomo trovato con avambraccio squarciato

Torna su
MilanoToday è in caricamento