Milano, accoltellano il figlio di Simona Ventura fuori dalla discoteca: fermate quattro persone

L'aggressione all'alba di domencia fuori da un noto locale di viale Alemagna

Niccolò Bettarini con la madre e il padre (foto Instagram mr_bettarini)

Sono stati fermati i quattro presunti aggressori che all'alba di domenica 1° luglio avrebbero accoltellato fuori da una nota discoteca di viale Alemagna a Milano Niccolò Bettarini, figlio dell'ex calciatore Stefano e di Simona Ventura. I giovani sono stati fermati nella notte dagli agenti dell'ufficio prevenzione generale della Questura di Milano, si tratta di due  cittadini italiani di 24 e 29 anni e due cittadini albanesi di 23 e 29 anni, tutti sono sospettati del tentato omicidio del 19enne.

Niccolò Beettarini ha passato tutta la giornata di domenica ricoverato all'ospedale Niguarda di Milano dove era stato accompagnato in codice rosso dai sanitari del 118; è sempre rimasto cosciente e non è in pericolo di vita. Secondo quanto trapelato sarebbe stato raggiunto da undici fendenti — non è ancora chiaro cosa lo abbia colpito: un coltello, un cacciavite o un punteruolo — che gli hanno causato diverse ferite superficiali tranne una, la più grave, a un tendine della una mano; proprio per questa lesione sarà operato. La prognosi è di trenta giorni.

L'aggressione

Tutto è accaduto intorno alle 5.20 di domenica. All'origine dell'agguato pare ci sia un diverbio avvenuto a inizio giugno tra un amico di Niccolò Bettarini e un gruppo di ragazzi. Nel corso della serata di sabato 30 giugno, quando i giovani si sono incontrati per caso all'interno del locale, gli animi si sarebbero scaldati nuovamente, forse anche per colpa dei fumi dell'alcool. Risultato? Un amico di Bettarini Jr è stato preso a schiaffi e tutti i ragazzi sono stati allontanati dalla security del locale. Fuori dalla discoteca, vicino a un chiosco, è avvenuto "l'agguato": Bettarini, uscito in un secondo momento, sarebbe stato accoltellato quando si è avvicinato alle persone che litigavano.

Le indagini

Nel corso della giornata di domenica gli agenti dell'ufficio prevenzione generale della questura di Milano hanno interrogato una decina di ragazzi: molti sono testimoni, ma tra questi ci sono anche i quattro ragazzi fermati. Ora gli investigatori, coordinati dal pm Elio Ramondini, dovranno definire per ognuno le precise responsabilità dell'agguato.

Non solo: da via Fatebenefratelli fanno sapere che sono in corso "gli accertamenti di natura amministrativa per un provvedimento del questore riguardante il locale".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Shirley, la baby sitter morta nello schianto tra un pullman Atm e un camion Amsa a Milano

  • Uomo sui binari travolto e ucciso dalla metro rossa: aveva 24 anni

  • Milano, Carrefour compra 28 supermercati Auchan da Conad: "Nessun esubero"

  • Milano, rapinato il ristoratore dei vip: "Pistola contro per rubarmi soldi contanti e orologio"

  • Notte di incidenti a Milano: schianto tra auto in via Primaticcio, 5 ragazzi feriti e un uomo in coma

  • Incidente tra filobus Atm e camion Amsa: indagati per omicidio stradale i conducenti

Torna su
MilanoToday è in caricamento