Milano, accoltella il fratello dopo una violenta lite e si giustifica: "Non trovavo alcune cose"

Domenica di sangue in via Giacomo Watt, zona San Cristoforo a Milano. Attorno alle 7.30

Repertoiro

"Non trovavo alcune cose mie. Erano sparite". Si sarebbe giustificato così un cittadino peruviano di 31 anni che pochi istanti prima aveva accoltellato il fratello durante una lite.

Per quel futile motivo i due, stando alla ricostruzione della questura intervenuta con alcune volanti, avrebbero iniziato a litigare aspramente. Tanto che il 31enne, con la mente annebbiata dalla rabbia, ha deciso d'impugnare un coltello per scagliarsi contro il fratello minore, un 25enne.

Lite con i coltelli in casa a Milano

Domenica di sangue in via Giacomo Watt, zona San Cristoforo a Milano. Attorno alle 7.30, al culmine della lite nell'abitazione dei due, sono intervenuti i medici del 118 con ambulanza e automedica e la polizia.

Il ferito, secondo quanto ricostruito dagli agenti, è stato trasportato all'ospedale Policlinico in codice rosso, anche se non è in pericolo di vita. È stato colpito con un coltello da cucina all'addome e a una tibia. Per lui i medici hanno valutato una prognosi di 30 giorni mentre, intanto, il fratello è stato denunciato per lesioni in questura.

Potrebbe interessarti

  • A Milano gli rubano la bici con cui sta viaggiando per il mondo, l'appello: "Aiutatemi"

I più letti della settimana

  • Dramma a Sanremo, turista milanese in vacanza muore annegata mentre fa il bagno

  • Omicidio suicidio a Milano: ammazza il fratello a coltellate, poi si impicca al balcone di casa

  • Milano, violenta rissa da Far West: due feriti gravi e un vigile colpito al braccio

  • Temporali di "forte intensità" in arrivo a Milano: scatta l'allerta meteo di codice giallo

  • Zibido, si schianta con l'auto della mamma alla rotatoria: Francesco muore sul colpo a 32 anni

  • Soffocata da boccone al pranzo di Ferragosto: milanese in vacanza muore dopo tre giorni

Torna su
MilanoToday è in caricamento