Prese a sprangate un passante senza motivo: assolto per totale infermità di mente

Non conosceva la vittima. Andrà per tre anni in una struttura protetta per casi come questo

Repertorio

Era totalmente incapace di intendere e di volere il 32enne camerunense F.N. quando, la sera del 23 gennaio 2018, senza alcuna ragione, ha preso a sprangate un uomo serbo di 31 anni in strada, mentre questi stava aspettando il tram all'angolo tra viale Sabotino e via Ripamonti. Lo stabilisce una perizia chiesta dalla pm Isabella Samek Lodovici sulla base delle indicazioni e del parere dei medici di San Vittore.

Ora il gup Manuela Cannavale, in base alla perizia, ha assolto il 32enne, in regola col permesso di soggiorno, stabilendo però che per tre anni l'uomo sia ricoverato in una Rems (Residenza per l'esecuzione di misure di sicurezza), cioè una delle strutture che hanno sostituito gli ospedali psichiatrici giudiziari.

Il 23 gennaio F.N. era sceso dal tram e, subito dopo, aveva preso a calci un bidone della spazzatura. Poi aveva cercato di sradicare un paletto e, infine, aveva trovato una spranga di ferro dietro un'edicola, con la quale aveva colpito più volte alla testa la vittima. I due non si conoscevano e non avevano avuto alcun tipo di rapporto né si erano mai "incrociati" prima. 

A causa dei colpi ricevuti, il serbo (portato con urgenza in ospedale e sottoposto a più operazioni chirurgiche) ha perso l'udito all'orecchio destro e si è visto compromessi gravemente il senso del gusto e la mobilità del braccio sinistro.

Dopo l'aggressione l'uomo era fuggito verso via Ripamonti; intanto una passante, che aveva visto la scena, aveva telefonato al numero di emergenza 112, consentendo al nucleo radiomobile dei carabinieri di individuarlo e arrestarlo. Una storia che ha ricordato quella del ghanese Adam Kabobo, che l'11 maggio 2013 uccise tre uomini a colpi di piccone. Per quegli omicidi Kabobo dovrà scontare venti anni di carcere.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (8)

  • Nonostante i danni permanenti dovuti all' aggressione, il serbo e' ancora sicuramente in grado di apprezzare una bella inc%$ata.

  • in carcere in camerun altro che infermo di mente

  • hai capito perché la lega governerà tutto il paese ?

  • E poi si domandano come mai aumentano i consensi a favore di Salvini?

  • volevo fare tanti auguri a Simone che gli volio bene e e una persona sinciera che mi sta vicino anche se sta lontano. fategli un grosso applausone che merita molto. ti voglio bene. e viva le spranghe

  • Porca boia, se lo ammazzava, che succedeva??!!....

    • Che lo avrebbero premiato con l'Ambrogino d'oro. Se pensa che ha perso il premio, appena esce dalla struttura ci riproverà ...... per ottenerlo.

    • Purtroppo nulla. Lo hanno dichiarato infermo di mente (e chi se ne frega aggiungo io, rimane sempre tentato omicidio) quindi non avrebbe scontato un giorno di carcere. Hanno chiuso i manicomi criminali e quindi dobbiamo tenerceli in giro. Voglio vedere cosa succede se questo ci riprova......

Notizie di oggi

  • Incendi

    Incendio a Cinisello Balsamo, appartamento in fiamme: 2 uomini ustionati, sono gravissimi

  • Cronaca

    Uccide di botte la moglie per gelosia e fugge in Italia: killer preso mentre mangia alla Caritas

  • Cronaca

    'Mi ha legato, picchiato e stuprato': la denuncia shock di una ragazza, una turista di 26 anni

  • Cronaca

    Incubo finito: ritrovato il 16enne scomparso da Assago, era a Milano con la sua fidanzatina

I più letti della settimana

  • Omicidio a Milano, bimbo di 2 anni ucciso di botte in via Ricciarelli: padre in fuga per ore

  • Alba di sangue a Milano, ragazzo accoltellato al culmine di una rissa fuori dalla discoteca

  • Volo Alitalia Milano-New York riatterra dopo pochi minuti a Malpensa

  • Terremoto vicino a Milano, registrata scossa di magnitudo 2.5 a Robecco sul Naviglio

  • Legnano, donna investita e uccisa da un treno in stazione: circolazione in tilt e ritardi

  • Morto a 15 anni per un malore Maicol Lentini, ex promessa dell'Inter

Torna su
MilanoToday è in caricamento