homemenulensuserclosebubble2shareemailgoogleplusstarcalendarlocation-pinwhatsappenlargeiconvideolandscaperainywarningdotstrashcar-crashchevron_lefteurocutleryphoto_librarydirectionsshoplinkmailphoneglobetimetopfeedfacebookfacebook-circletwittertwitter-circlewhatsapptelegramcamerasearchmixflagcakethumbs-upthumbs-downbriefcaselock-openlog-outeditfiletrophysent_newscensure_commentgeneric_commentrestaurant_companiessunnymoonsuncloudmooncloudrainheavysnowthunderheavysnowheavyfogfog-nightrainlightwhitecloudblackcloudcloudyweather-timewindbarometerrainfallhumiditythermometersunrise-sunsetsleetsnowcelsius

Bancarotta fraudolenta per 21 milioni, arrestati due imprenditori di Magenta

I due, Alberto e Antonio Pedron della Power Building, sono accusati di bancarotta fraudolenta, patrimoniale e documentale

La sede della guardia di finanza di milano

La Gdf di Milano ha arrestato mercoledì, su ordine del gip Alfonsa Maria Ferraro, due imprenditori di Magenta, Alberto e Antonio Pedron, della Perfetisol (poi diventata Power Building) accusati, a vario titolo, di bancarotta fraudolenta, patrimoniale e documentale per 21 milioni di euro.

La Gdf ha spiegato in una nota che l'attività investigativa ha consentito di accertare che la società, che operava nel settore delle coibentazioni termiche, avrebbe sistematicamente omesso di versare imposte e contributi dal 2002, restando esposta per oltre 12 milioni di euro nei confronti dell'Amministrazione Finanziaria.

Inoltre, pochi mesi prima che ne venisse dichiarato il fallimento, le quote della società decotta sarebbero state fraudolentemente trasferite ad un pensionato nullatenente, il quale, per un irrisorio compenso, avrebbe dato la sua disponibilità a ricoprire la carica di amministratore e a trasferire la sede legale della società in un Paese off-shore.

Sempre secondo la Gdf, sarebbero stati infine trasferiti importanti assets, attraverso due contratti di cessione di ramo d'azienda, ad un'altra persona giuridica, sempre riconducibile agli indagati, al solo fine di sottrarre il proprio patrimonio alle istanze dei creditori e continuare ad esercitare la medesima attività con una diversa ragione sociale.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Notizie di oggi

    • San Siro

      San Siro: tentano di sgomberare alloggio, gli abusivi aggrediscono poliziotti e ispettori

    • Cronaca

      L'asilo è sotto sfratto perché i bambini "fanno chiasso": e i piccoli protestano in silenzio

    • Cronaca

      Bullismo al carcere minorile: tre detenuti denunciati dagli agenti

    • Incidenti stradali

      Incidente in via Padova, scontro tra auto dei carabinieri e uno scooter: ferito un 28enne

    I più letti della settimana

    • Incidente tra una moto e un'Enjoy in piazzale Clotilde: grave ragazza di 20 anni, è in coma

    • Dramma nel mondo della moda: modello svedese muore a Milano. Indaga la polizia

    • Berlusconi, la situazione è più grave del previsto: resta ancora ricoverato in ospedale

    • Dramma in via Orbetello: precipita da un piano alto e muore sul colpo. Ipotesi suicidio

    • Esplosione via Brioschi, indagato Giuseppe Pellicanò: ora l’ipotesi di reato è “strage”

    • Dramma sulle spiagge liguri: donna milanese muore durante le vacanze per un malore

    Torna su
    MilanoToday è in caricamento