Ergastolo all'ex conduttore Rai Alessandro Cozzi: ha ucciso l'imprenditore Cappelletti

L'ex conduttore tv era già in carcere per aver ucciso Ettore Vitiello, nel marzo 2011

Alessandro Cozzi

Alessandro Cozzi, l'ex conduttore tv, è stato condannato all'ergastolo per aver ucciso l'imprenditore Alfredo Cappelletti nel settembre del 1998. E' stato deciso dalla Corte d'Assise di Milano che ha accolto la richiesta del pm Maurizio Ascione.

Già in carcere per scontare una pena di 14 anni per aver ucciso, nel marzo 2011, il titolare di un'agenzia di lavoro nel Milanese, Ettore Vitiello: per non pagare un debito di 17mila euro.

Lunedì è stato condannato all'ergastolo per l'omicidio di Cappelletti. Si tratta di un 'cold case' riaperto nel 2012 dopo che all'epoca l'indagine venne archiviata come suicidio. L'imprenditore era un socio in affari di Cozzi.

Chi è Alessandro Cozzi

Alessandro Cozzi ha una formazione psicologica, ed ha cominciato a lavorare nel settore dell'orientamento famigliare nel 1982, operando in seno a un'associazione con diverse sedi in Italia dando poi vita a progetti suoi. Era diventato un volto noto per la sua partecipazione a un programma di Rai educational, 'Diario di Famiglia' e conduceva il programma da sei edizioni, in coppia con la psicologa Maria Rita Parsi, altro volto noto televisivo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Shirley, la baby sitter morta nello schianto tra un pullman Atm e un camion Amsa a Milano

  • Villaggio di Natale di San Siro, l'organizzazione ai clienti delusi: 'Le criticità verranno risolte'

  • Milano, Carrefour compra 28 supermercati Auchan da Conad: "Nessun esubero"

  • Milano, rapinato il ristoratore dei vip: "Pistola contro per rubarmi soldi contanti e orologio"

  • Incidente tra filobus Atm e camion Amsa: indagati per omicidio stradale i conducenti

  • Milano, sciopero Trenord in arrivo: treni a rischio per 24 ore e nessuna fascia di garanzia

Torna su
MilanoToday è in caricamento