Alessio, il cestita morto in campo: un "muro social" per farlo conoscere al suo piccolo Liam

La squadra ha creato un sito in cui lasciare ricordi da "donare" al bimbo che sta per nascere

Koeman con la moglie Claudia

Una strada per tenerlo ancora in vita. Un modo per lasciare al suo piccolo un ricordo di lui. La Osl Basket Garbagnate - la squadra per cui giocava Alessio Allegri, il cestista morto per un malore a 37 anni - ha creato un sito internet per raccogliere i ricordi più belli su "Koeman", come era conosciuto, e "donarli" a suo figlio Liam, che nascerà tra pochi giorni. 

"Stella delle minors di pallacanestro, temuto come avversario, desiderato come compagno e rispettato come uomo da tutte le squadre lombarde. Una vita sempre e solo per un’unica società Osl basket Garbagnate - si legge sul sito Koeman 6 per sempre con Liam -. Il 15 Dicembre 2019 cade in campo durante una partita di campionato per un’aritmia fulminante e da allora non si è più rialzato, inutili tutti i tentativi, seppur tempestivi, di rianimarlo ed il trasporto di urgenza presso l’Ospedale Sacco di Milano: il 16 Dicembre ci ha lasciati. Un destino malvagio quanto beffardo - scrivono gli ex compagni e dirigenti - ha orchestrato uno scenario surreale: tra qualche giorno proprio nello stesso ospedale, a pochi metri di distanza, la sua adorata moglie Claudia darà alla luce il loro bambino Liam".

Proprio per questo, per far sì che Liam - anche se indirettamente - sappia qualche del suo papà, è nata questa iniziativa. "Qui è possibile lasciare un messaggio, così che il piccolo Liam possa conoscere suo padre anche attraverso le vostre parole - hanno spiegato dalla squadra in un post Facebook -. Inoltre, se vi va, c'è una sezione dedicata alle donazioni. Per favore, se potete, aiutateci a diffondere questo link. Grazie in anticipo e comunque".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Grazie di cuore, ancora, per il rispetto e per l'affetto con cui ci avete sommerso, e per il tatto usato - hanno concluso dal club -. Non avete idea di quanto ci stiate aiutando. Vi vogliamo bene".
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Milano, folle abbandona la mamma sull'A7, poi picchia un tranviere e si mette a guidare il tram

  • Coronavirus, l'allarme dei medici di Milano: "Prepararsi a stagione influenzale o sarà crisi"

  • Accoltellato sull'autobus a Milano, 23enne gravissimo in ospedale

  • Follia alla Darsena: due ragazzi gettano in acqua un venditore di rose e poi scappano

  • Coronavirus, nuovo decreto su mascherine, discoteche e voli: che cosa (non) cambia dal 14 luglio

  • Lo spettacolo della cometa Neowise, visibile a occhio nudo sopra Milano

Torna su
MilanoToday è in caricamento