Scala, Alexander Pereira sarà sovrintendente con un anno di anticipo

Partirà nell'ottobre 2014 il mandato di Pereira, già nominato sovrintendente per il dopo Lissner

Alexander Pereira

La Scala avrà un nuovo sovrintendente con anticipo rispetto a quanto programmato. Alexander Pereira, già nominato, assumerà il ruolo dal primo ottobre 2014. Lo ha deciso il consiglio d'amministrazione del teatro, riunitosi nel pomeriggio di mercoledì proprio per discutere di questo. Lo ha comunicato il sindaco Giuliano Pisapia, che è anche presidente di diritto del cda.

L'avvicendamento con il francese Stephane Lissner, destinato all'Opera di Parigi, avverrà quindi con un anno di anticipo rispetto al previsto. Ancora da scegliere il prossimo direttore artistico: sarà lo stesso Pereira a selezionarlo. E ha confermato che sarà un italiano. Il nome si saprà a fine 2013.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Notizie di oggi

    • Cronaca

      Dopo l'incendio che ha distrutto la loro sede, il centro sociale Lambretta occupa in via Canzio

    • life

      I profughi rifugiati a Milano aiutano a ripulire le periferie in città: "E' anche casa nostra" | Foto

    • Cronaca

      Maxi rissa con i coltelli in viale Aretusa: quattro persone finiscono in ospedale

    • San Siro

      Tornano le occupazioni abusive: «Tanto vale lasciare le porte aperte»

    I più letti della settimana

    • Milano, sciopero generale dei trasporti il 21 ottobre: stop di 24 ore a metro, treni e autobus

    • Accerchiano una ragazza alla fermata del bus, cercano di strozzarla, la rapinano e fuggono

    • Maniaco aggredisce ragazza in metro per toccarle il seno: preso per violenza sessuale

    • Milano, top model “aggredita” in strada da un fan: ma lei lo fa scappare a calci e gomitate

    • Milano, si impicca ad un albero in mezzo alla strada: la macabra scoperta di alcuni passanti

    • Rissa a colpi di bottiglia in zona Porta Venezia: un ragazzo sfregiato al volto e uno arrestato

    Torna su
    MilanoToday è in caricamento