Area C, la giunta ci riprova: varchi attivi dal 10 settembre

In attesa del verdetto del Tar Pierfrancesco Maran ha annunciato la riapertura dell'area a traffico limitato. Pronte una serie di contromosse per evitare altri inciampi. Ecco cosa cambierà

Pisapia lo aveva già detto espressamente alla vigilia di Ferragosto: “A settembre la giunta prenderà le sue decisioni. È un obbligo e un dovere giuridico, morale e politico”. E la giunta è stata di parola. Milano non può aspettare che il Tar si esprima in merito alla controversa vicenda del mediolanum parking (il verdetto del Tar è atteso per novembre), quattro mesi di stop sarebbero troppi per una misura che, afferma l’assessore alla mobilità Maran ,“ha dimostrato che la qualità della vita in città è migliorata”.
Pronta dunque una delibera bis che partirà dal 10 settembre e durerà fino a metà marzo. Sarà la giunta, in una riunione straordinaria fissata per il 4 settembre, a dare il via libera al provvedimento ponte.

COSA CAMBIERÀ – Anzitutto la durata della sperimentazione, ridotta da 18 a 12 mesi (metà dei quali sono già trascorsi prima della doccia fredda del consiglio di Stato), proprio per rispondere ad un’obiezione dei giudici che hanno ricordato alla giunta l’esistenza della delibera 3816 datata 1997: “È ammessa l'adozione della tariffazione degli accessi per i Comuni che non hanno ancora adottato il Piano urbano del traffico (quello di Milano risale al 2003, ndr) , unicamente in via sperimentale e per un periodo non superiore ad un anno”. 

Del resto nonostante l’ottimismo sul verdetto del Tar, la giunta mette le mani avanti. “Stiamo lavorando – ha detto l’assessore alla mobilità - per recepire le osservazioni del Consiglio di Stato e, allo stesso tempo, restituire quanto prima ai milanesi il provvedimento”. Pronta dunque una serie di contromosse per evitare altri possibili cavilli giuridici.

Anzitutto verrà messo nero su bianco l’accordo raggiunto sulle agevolazioni per le autorimesse, una tariffa mista di 13 euro per il ticket più quattro ore di parcheggio, mentre per favorire i commercianti la giunta ha istituito i “Giovedì di Milano Aperta” con i varchi aperti a partire dalle 18. E Non mancano misure più restrittive, come il divieto ai varchi per i mezzi più lunghi di 7,5 metri. 
Le regole chiave del provvedimento comunque non saranno modificate: ticket da 5 euro;  telecamere accese tra le 7.30 e le 19.30, dal lunedì al venerdì;  accessi scontati per i residenti e per i mezzi commerciali, circolazione libera per moto e veicoli ecologici. Altra nota importante: il Comune ha escluso condoni per le multe dubbie già spedite agli automobilisti, ovverosia prima della bocciatura del Consiglio di Stato.
 

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Milano usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente a Cesano, travolta da un bus Atm mentre attraversa sulle strisce: è grave

  • Milano, turista sequestrata e violentata dentro un McDonald's: le fratturano anche il naso

  • Metro linea gialla M3: uomo perde la vita, circolazione bloccata

  • La procura sequestra il Villaggio di Natale a Milano: a rischio l'apertura del mega parco

  • La Dea bendata bacia il Milanese: vincita record con il concorso di sabato del Lotto

  • La metro è sempre più grande, ecco i soldi per prolungare la M5: 11 nuove stazioni sulla lilla

Torna su
MilanoToday è in caricamento