Buste esplosive ai magistrati, tre anarchici arrestati: "Attentato con finalità di terrorismo"

In manette due uomini e una donna, fermati in un'inchiesta della procura di Milano

"Attentato con finalità di terrorismo". È l'accusa, pesantissima, di cui devono rispondere tre anarchici arrestati martedì mattina nell'ambito di un'inchiesta della procura di Milano del sostituto procuratore Piero Basilione e coordinata dal capo del pool antiterrorismo, Alberto Nobili. 

I tre - due uomini e una donna - sono ritenuti i responsabili delle tre buste con esplosivo recapitate nell'estate del 2017 ai pm di Torino che indagavano sul mondo "eversivo" nel Nord Italia e all'allora responsabile del dipartimento per l'amministrazione penitenziaria Santi Consolo, che era a Roma. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nel mirino degli anarchici erano finiti i pm Roberto Sparagna e Antonio Rinaudo, che il 7 giugno avevano ricevuto i pacchi bomba, poi disinnescati dagli artificieri. I due uomini sono stati fermati a Ferrara e Modena, mentre la ragazza è stata bloccata in Francia. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, quando si azzerano i contagi a Milano e in Lombardia: le prime previsioni

  • Coronavirus, il contagio non si ferma: Milano sfonda quota 3mila, in Lombardia +2.400 casi

  • Coronavirus, quando finisce quarantena? "Le misure saranno allungate oltre 3 aprile"

  • Coronavirus: contagi in calo in Lombardia, ma 458 morti in un giorno. A Milano 3.560 positivi

  • Coronavirus, morto barista milanese di 34 anni: lascia un bimbo di 1 anno

  • Violente risse nella notte: uomo trovato con avambraccio squarciato

Torna su
MilanoToday è in caricamento