Cercano di uccidere un ragazzino fuori da un locale: arrestati quattro membri della 'Ms13'

L'aggressione lo scorso 3 giugno. La rissa era nata nell'ambito della pandillas della Ms13

La folle aggressione

Si erano sfidati con i rivali fuori da un locale per il controllo del "loro" territorio. E durante quella rissa, violentissima, avevano quasi ucciso un ragazzino, ancora minorenne. 

Quattro uomini, tutti cittadini sudamericani, sono stati arrestati mercoledì mattina dalla Squadra Mobile della Questura di Milano. Gli agenti hanno dato esecuzione a un'ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal Gip del tribunale di Milano nei confronti dei quattro, che sono tutti accusati di tentato omicidio ai danni di un minore e rissa aggravata. 

Vedi: chi sono i quattro arrestati della Ms13

Il gruppo - stando a quanto accertato dalle indagini - aveva ferito gravemente la vittima nella notte dello scorso 3 giugno all'esterno di una discoteca di via Toffetti, in zona Corvetto. La rissa era nata - spiega la Questura - per motivi "riconducibili alle dinamiche di controllo del territorio tipiche delle bande di strada salvadoregne", le cosiddette "pandillas". 

I quattro, infatti, avevano preso a calci, pugni e coltellate il ragazzino per mostrare la propria forza dopo che all'interno del locale c'era stata una discussione tra un'amica degli arrestati - anche lei parte di una gang - e gli amici del giovanissimo.

Video | Calci, pugni, coltellate: il brutale pestaggio

I quattro finiti in manette, secondo quanto appreso, erano tutti membri della "Ms 13", la "Mara Salvatrucha", che è una delle gang di latinos più violente e pericolose.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Milano, primi casi di coronavirus accertati in Lombardia: 38enne ricoverato a Codogno

  • Coronavirus, sale il numero dei contagiati in Lombardia: sono 47. Due casi nel milanese

  • Coronavirus, altro contagio: positivo al virus un 40enne che lavora a Cesano Boscone

  • Coronavirus, primi 2 casi a Milano: contagiati a Sesto e Mediglia, "caccia" al vero paziente 0

  • Coronavirus, i casi sono 14: gravissimo un 38enne, in isolamento la moglie e un amico

  • Coronavirus, i contagi in Lombardia salgono a 14: "Dobbiamo contenere il virus in quell'area"

Torna su
MilanoToday è in caricamento