Il conducente di bus arrestato per spaccio: fermato con cocaina ed eroina già pronte

In manette un uomo di 39 anni, conducente di un pullman che copre la tratta Milano-Parigi

Foto repertorio

Ufficialmente, sulla carta, era un conducente di autobus regolarmente assunto da una nota azienda che si occupa di viaggi nazionali e internazionali. Ufficiosamente, in una sorta di seconda vita parallela, spacciava nel Sud Milano. 

Un uomo di trentanove anni, un autista residente a Zibido San Giacomo con precedenti per guida in stato di ebrezza, è stato arrestato martedì sera dai carabinieri di Buccinasco con l'accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. 

I guai per il 39enne sono iniziati quando una pattuglia dei militari lo ha notato fermo in un parcheggio di via dei Mille a bordo della sua macchina. Gli uomini in divisa hanno così deciso di controllare il conducente, che per la sua azienda copriva la tratta Milano-Parigi. È bastata una semplice perquisizione con il cane Denver del nucleo cinofili per scoprire cosa nascondeva il pusher insospettabile. 

Nell'auto, infatti, i carabinieri hanno trovato sei dosi di cocaina, sistemate in un pacchetto di sigarette, e sette grammi di eroina già pronti per essere spacciati. In più dalla vettura sono saltati fuori tutti gli strumenti utili per confezionare e pesare la droga. L'autista è stato quindi arrestato e sarà processato per direttissima. 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ubriaco fradicio alla guida, accosta e ferma i vigili: "Documenti grazie, devo farvi la multa"

  • Tragedia a Bareggio, trovato morto l'anziano che si era perso in campagna dopo l'incidente

  • Incidente a Trezzano, auto passa col rosso e si schianta con 2 macchine: 12enne gravissimo

  • Sete dopo la pizza? Ecco perchè ti viene

  • Gabriele e Risqi, morti nel tragico schianto in autostrada: la loro auto è finita sotto un tir

  • Mezzi, a Milano si attende in media 9 minuti ogni giorno; e ce ne vogliono 43 per arrivare a destinazione

Torna su
MilanoToday è in caricamento