Milano, vede la polizia e inizia a correre: spacciatore inseguito e arrestato dagli agenti

In manette un 20enne del Gambia. Aveva 45 grammi di marijuana e 180 euro in contanti

Ha cercato di scappare, ma è stato tutto inutile. Un ragazzo di venti anni, un giovane del Gambia, è stato arrestato mercoledì pomeriggio dagli agenti del commissariato Villa San Giovanni con l'accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. 

I guai per lui sono iniziati quando i poliziotti della Volante Padova Bis lo hanno notato all'ingresso del Parco martiri della libertà iracheni vittime del terrorismo, che da tempo ormai fa i conti con i piccoli pusher che si appostano in zona in attesa dei clienti e i continui controlli della polizia

Alla vista degli agenti, il 20enne ha cercato di allungare il passo spostandosi verso via Padova e - quando ha capito di essere finito nel mirino dei poliziotti - ha iniziato una vera e propria fuga. L'inseguimento, a piedi, è terminato in via Padova, dove il giovane è stato bloccato e perquisito. 

Nella tasca del giubbotto aveva 22 dosi di marijuana in una bustina di cellophane - per 45 grammi complessivi di droga - e 180 euro in contanti, che aveva guadagnato proprio spacciando. Per lui sono quindi scattate le manette. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Milano, primi casi di coronavirus accertati in Lombardia: 38enne ricoverato a Codogno

  • Coronavirus, altro contagio: positivo al virus un 40enne che lavora a Cesano Boscone

  • Coronavirus, sale il numero dei contagiati in Lombardia: sono 47. Due casi nel milanese

  • Coronavirus, primi 2 casi a Milano: contagiati a Sesto e Mediglia, "caccia" al vero paziente 0

  • Coronavirus, i casi sono 14: gravissimo un 38enne, in isolamento la moglie e un amico

  • Coronavirus, i contagi in Lombardia salgono a 14: "Dobbiamo contenere il virus in quell'area"

Torna su
MilanoToday è in caricamento