Ragazzini aggrediti, preso "Yo Almontakim": l'ex bullo diventato il rapinatore "vendicatore"

In manette un 28enne. Tra i ragazzini del quartiere era ormai noto come "il vendicatore"

Nella scuola del quartiere aveva costruito una sorta di "mito". Lì, da bullo e ragazzo "difficile", non aveva lasciato certamente un buon ricordo. Adesso invece, da uomo e rapinatore, era diventato l'incubo dei ragazzini, che nelle chat sui social e sui cellulari parlavano di continuo di "Yo, il vendicatore". 

Proprio "Yo" - il soprannome di un cittadino marocchino di ventotto anni, pregiudicato - è stato arrestato mercoledì dai carabinieri della stazione di Porta Romana Vittoria in esecuzione di un'ordinanza di custodia cautelare in carcere. Il 28enne è accusato di essere il responsabile di quattro rapine avvenute tra il 15 agosto 2018 e il 12 febbraio 2019, tutte messe a segno nella zona di via Salomone. 

Il malvivente, già condannato in passato per lo stesso motivo, aveva aggredito con un coltello e derubato di cellulare e soldi un 14enne, un 15enne, un 16enne e un altro giovane poco più che maggiorenne. In due occasioni, stando a quanto ricostruito dagli investigatori, insieme a lui era entrato in azione un secondo uomo, al momento ancora ricercato. Uno dei colpi era avvenuto su un bus di Atm, mentre gli altri tre in strada. 

L'ex bullo diventato rapinatore

Il rapinatore - che in passato aveva frequentato la stessa scuola delle tre vittime più giovani e che aveva fatto "parlare di sé" per i suoi modi - era diventato il vero e proprio "terrore di Forlanini".

Il suo nome, infatti, "girava" tra i giovani del quartiere, che sapevano perfettamente chi fosse e che, una volta in caserma per le denunce, lo hanno riconosciuto senza ombra di dubbio dalle fotografie in possesso dei carabinieri.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ad alimentare il suo "mito" ci ha pensato anche il nome che si era scelto: "Almontakim", una parola araba che significa vendicatote. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Milano, folle abbandona la mamma sull'A7, poi picchia un tranviere e si mette a guidare il tram

  • Follia alla Darsena: due ragazzi gettano in acqua un venditore di rose e poi scappano

  • Lo spettacolo della cometa Neowise, visibile a occhio nudo sopra Milano

  • Bollettino coronavirus Milano e Lombardia: 192 guariti, 15 nuovi positivi a Milano città

  • H&M chiude a Milano, lavoratori trasferiti ad Ancona (e non solo): "Non ci fanno rientrare"

  • Lascia la fidanzata a terra dopo incidente in scooter, denunciato per omissione di soccorso

Torna su
MilanoToday è in caricamento