Droga sotterrata tra i vigneti: agricoltori fanno arrestare il pusher della collina del vino

In manette un marocchino di 35 anni, che spacciava sulla collina di San Colombano

Foto repertorio

Sotto terra, tra quella terra in cui nasce un vino Doc, aveva nascosto il suo tesoro. E proprio lì, tra vigneti e grappoli di uva, aveva creato la sua personalissima piazza di spaccio, che - purtroppo per lui - non è passata inosservata agli altri. 

Un uomo di trentaquattro anni, un cittadino marocchino, è stato arrestato dai carabinieri di San Colombano al Lambro con l'accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Ad allertare i militari qualche giorno prima erano stati gli agricoltori della zona, che avevano notato un insolito viavai dalla collina dove si trovano i vigneti. 

Così, i militari si sono appostati e hanno verificato che il 34enne si spostava dalla sua "postazione", raggiungeva un punto esatto e poi tornava per consegnare le dosi. I carabinieri - che nel corso dei controlli hanno fermato cinquantotto auto e ottantacinque persone - sono riusciti a mettere le mani su 130 grammi di eroina, 40 grammi di cocaina e 30 grammi di hashish. 

Il 34enne è stato arrestato e portato in carcere a San Vittore. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Milano, guardia giurata travolge motociclista, vede che è morto e si spara in testa: il dramma

  • Giovane morto travolto da un treno del metrò: Cassazione condanna l'agente di stazione di Atm

  • Primark apre un altro negozio milanese: il 4 dicembre inaugura il mega store al Fiordaliso

  • Milano, guardia giurata di 26 anni si spara in testa dopo un incidente mortale: chi era Flavio

  • Influencer per sfida in piazza Duomo, torna la seconda volta: identificata con l'autista

  • "Raffiche di vento fino a 75 chilometri orari": a Milano scatta l'allerta meteo gialla

Torna su
MilanoToday è in caricamento