In un pomeriggio ruba alla Rinascente, da Kiko e da Sephora: arrestata la "ladra di bellezza"

In manette una donna di quarantatré anni, cittadina italiana. Aveva prodotti per 700 euro

Settecento euro di bottino, tutto in prodotti di bellezza e cosmetici. Una donna di trentaquattro anni, una cittadina italiana, è stata arrestata lunedì pomeriggio dalla polizia con l'accusa di tentato furto aggravato. 

La ladra è stata fermata alle 16.20 dall'addetto alla sicurezza del negozio Sephora in corso Vittorio Emanuele, che l'ha bloccata mentre cercava di uscire dal locale con creme e trucchi - per un valore di 307 euro - da cui aveva rimosso le placche anti taccheggio e che, chiaramente, non aveva pagato. 

Quando gli agenti l'hanno perquisita, l'hanno poi trovata in possesso di altri prodotti. Con una rapidissima indagine i poliziotti hanno accertato che poco prima aveva già visitato la Kiko - 34 euro di bottino - e la Rinascente, da dove si era allontanata con cosmetici per 360 euro. A quel punto per la "ladra di bellezza" sono scattate le manette. 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Milano, primi casi di coronavirus accertati in Lombardia: 38enne ricoverato a Codogno

  • Coronavirus, i casi sono 14: gravissimo un 38enne, in isolamento la moglie e un amico

  • Mafia, a Milano il prefetto chiude L’Antica pizzeria da Michele, storico locale napoletano

  • Coronavirus, i contagi in Lombardia salgono a 14: "Dobbiamo contenere il virus in quell'area"

  • Smog alle stelle a Milano, scatta il blocco del traffico: le auto che non potranno circolare

  • Grave incidente in autostrada A4, auto ribaltata: giovane 27enne rianimato sul posto

Torna su
MilanoToday è in caricamento