Litigano con la proprietaria per l'affitto e lei chiama la polizia: pusher traditi dalla 'puzza'

In manette un uomo di ventinove anni e una donna di quarantadue, fermati in via Aldini

Hanno pagato caro quella lite per l'affitto. E quell'odore decisamente troppo forte per sfuggire agli agenti. Un uomo di ventinove anni, cittadino del Gambia, e una donna di quarantadue, cittadina romena, sono stati arrestati lunedì mattina dalla polizia con l'accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. 

I problemi per i due sono iniziati verso l'una, quando alla porta della casa in cui vivono in affitto - un appartamento in via Aldini - si è presentata la proprietaria, che sembra fosse particolarmente nervosa per il mancato pagamento dell'affitto. 

I toni si sono immediatamente alzati ed è stata la stessa donna a telefonare al 112, chiedendo l'intervento di una Volante. Quando gli agenti sono arrivati sul posto, la loro attenzione è stata subito attirata da un forte odore di marijuana che arrivava dall'abitazione.

Ai poliziotti è bastato entrare per scoprire che i due nascondevano due piante di "erba" alte sessanta centimetri ciascuna, una un po' più piccola, da trenta centimetri, e ottanta grammi di "maria" già essiccati e pronti per essere venduti. Per i due inquilini sono quindi scattate le manette. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Milano, guardia giurata travolge motociclista, vede che è morto e si spara in testa: il dramma

  • Giovane morto travolto da un treno del metrò: Cassazione condanna l'agente di stazione di Atm

  • Primark apre un altro negozio milanese: il 4 dicembre inaugura il mega store al Fiordaliso

  • Milano, guardia giurata di 26 anni si spara in testa dopo un incidente mortale: chi era Flavio

  • Influencer per sfida in piazza Duomo, torna la seconda volta: identificata con l'autista

  • "Raffiche di vento fino a 75 chilometri orari": a Milano scatta l'allerta meteo gialla

Torna su
MilanoToday è in caricamento