Maxi operazione contro il traffico e spaccio di shaboo: 36 arresti

I carabinieri hanno smantellato una rete di trafficanti e spacciatori in diverse province del centro-nord e all'estero

Shaboo (Repertorio)

Trentasei persone, tutte straniere, sono state arrestate all'alba di giovedì 13 ottobre dai carabinieri del comando provinciale di Milano. L'accusa è quella di avere importato in Italia ingenti quantità di shaboo, la droga sintetica proveniente dall'Oriente che ormai è piuttosto diffusa anche nel capoluogo lombardo e nel resto del Paese, soprattutto presso le comunità asiatiche.

Gli arrestati sono in gran parte cinesi (diciannove) e filippini (tredici), ma ci sono anche tre romeni ed un vietnamita. 

Il blitz si è svolto in diverse province del centro-nord: Milano, Monza-Brianza, Cagliari, Cremona, Como, Parma, Pavia, Prato, Rovigo e Treviso. Ma anche in Austria, Polonia, Romania e Spagna, con la collaborazione degli organi di polizia locali e dell'Interpol. Il coordinamento è stato tenuto dalla direzione centrale antidroga.

Con questa operazione, sale a sessantotto il numero di persone arrestate nell'attività di contrasto delle bande giovanili cinesi e lo shaboo sequestrato è - sempre complessivamente - pari a tre chili e mezzo, per un valore al dettaglio di circa due milioni di euro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Milano, guardia giurata travolge motociclista, vede che è morto e si spara in testa: il dramma

  • Giovane morto travolto da un treno del metrò: Cassazione condanna l'agente di stazione di Atm

  • Milano, guardia giurata di 26 anni si spara in testa dopo un incidente mortale: chi era Flavio

  • Primark apre un altro negozio milanese: il 4 dicembre inaugura il mega store al Fiordaliso

  • Influencer per sfida in piazza Duomo, torna la seconda volta: identificata con l'autista

  • Sciopero dei mezzi il 28, sciopero generale il 29: treni, metro e bus a rischio per due giorni

Torna su
MilanoToday è in caricamento