Aggressione con machete a capotreno: fermata terza persona della gang MS13

Si tratta di un giovane di 19 anni. I primi due, membri della stessa banda, fermati poco dopo il fatto

Il terzo arrestato (foto Questura)

Una terza persona è stata fermata per l'aggressione a un capotreno e ad un suo collega a colpi di machete sul passante ferroviario, presso la stazione di Villapizzone, durante una normale operazione di controllo dei biglietti (il video dei presunti aggressori in questura). Nelle ore successive all'aggressione erano stati fermati due membri della gang latina MS13.

Anche il terzo fermo appartiene alla stessa "banda". Si tratta di un salvadoregno di 19 anni, Ernesto Alexis Garcia Royas, con diversi precedenti per lesioni, rapina e associazione a delinquere: la polizia fa sapere che nell'ottobre 2013 era stato coinvolto nell'operazione contro la gang in questione: all'epoca era stato arrestato e ora era affidato in prova ad una comunità. E' stato fermato in strada, in zona Porta Genova, nella notte tra venerdì e sabato, dopo essere stato individuato grazie alle immagini di sorveglianza del convoglio.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • L'odissea sul Ryanair: imbarco negato con il biglietto e ragazzo 'abbandonato' in aeroporto

  • Uccide soffocando i suoi due figli gemelli. Aveva scritto sms alla madre: "Non li rivedrai più"

  • Consultori di Milano: indirizzi, orari e numeri utili

  • Accoltellato mentre cammina nei pressi del Parco Trotter, grave un 30enne all'alba

  • Omicidio in via Trilussa a Milano, sale dal vicino nel cuore della notte e lo uccide

  • Elena e Diego, i gemellini milanesi uccisi dal loro papà: ecco le prime verità dell'autopsia

Torna su
MilanoToday è in caricamento