Droga al Parco delle Groane: spacciatore vede i carabinieri alla stazione e scappa, preso

E' stato condotto presso le camere di sicurezza in attesa del giudizio direttissimo. I fatti

Repertorio

I carabinieri della Stazione di Garbagnate Milanese hanno arrestato un cittadino italiano 54enne, residente a Milano ma di fatto senza fissa dimora e con diversi precedenti legati alla droga.

I militari, durante uno dei frequenti servizi di controllo, svolti anche nella zona della stazione delle ferrovie nord “Garbagnate - Groane”, all’interno del “polmone verde” del Parco delle Groane, e proprio finalizzati a verificare l’eventuale presenza di persone dedite allo spaccio di sostanze stupefacenti, hanno subito notato l'uomo che, alla loro vista, si è allontanato repentinamente dalla stazione ferroviaria diretto all’interno dell’area boschiva e pertanto lo hanno subito bloccato e controllato. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I carabinieri, quindi, sottoponendolo a perquisizione personale, lo hanno trovato in possesso due involucri di cellophane, contenenti complessivamente 30 grammi di eroina. L'uomo è stato condotto presso le camere di sicurezza in attesa del giudizio direttissimo presso il Tribunale di Milano.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bollettino contagi 30 maggio 2020: morti senza fine, ancora 67 persone. Contagi stabili

  • Ogni quanto bisogna pesarsi?

  • Bollettino Coronavirus in Lombardia e a Milano: 29 morti e 84 nuovi casi ma pochi tamponi

  • Bonus bici valido a Milano, l'elenco dei Comuni: ecco come richiederlo

  • All'Antico Vinaio a Milano, il 15 giugno apre il mitico locale delle schiacciate fiorentine

  • Bollettino Coronavirus in Lombardia e a Milano: tamponi quasi 'spariti', dati ininfluenti

Torna su
MilanoToday è in caricamento