Controlli per il coronavirus, arrestato latitante: doveva andare in carcere per violenze

L'uomo era ricercato dopo un provvedimento di cattura emesso dal Tribunale di Ravenna

Repertorio

Doveva scontare una pena di quasi tre anni ma se ne stava in giro. Gli agenti della polizia ferroviaria hanno arrestato un uomo di 41 anni, un cittadino italiano, perché destinatario di un ordine di carcerazione.

Durante i servizi volti al controllo dell'osservanza della misura di contenimento del contagio da Covid-19, i poliziotti hanno sorpreso l'uomo all'interno della stazione ferroviaria di Milano Bovisa. È emerso che l'uomo era ricercato a seguito di un provvedimento di cattura emesso dal Tribunale di Ravenna per i reati di resistenza a pubblico ufficiale e violenza privata, per i quali, dovrà scontare la pena della reclusione di poco meno di 3 anni.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'arrestato è stato trasportato presso il carcere di Bollate.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bollettino contagi 30 maggio 2020: morti senza fine, ancora 67 persone. Contagi stabili

  • Bollettino Coronavirus in Lombardia: 38 morti e +354 positivi, il 70% dei nuovi casi in Italia

  • Bonus bici valido a Milano, l'elenco dei Comuni: ecco come richiederlo

  • Ogni quanto bisogna pesarsi?

  • Bollettino Coronavirus in Lombardia e a Milano: 29 morti e 84 nuovi casi ma pochi tamponi

  • Bollettino Coronavirus in Lombardia e a Milano: tamponi quasi 'spariti', dati ininfluenti

Torna su
MilanoToday è in caricamento