Badanti in nero: scoperta maxi evasione fiscale

Il legale rappresentante di due cooperative ha evaso 5 milioni di euro truffando oltre 300 badanti e anche i clienti

Scoperto "giro" di badanti in nero

Ha evaso il fisco, dal 2009 ad oggi, per un totale di cinque milioni di euro. Il legale rappresentante di due cooperative di badanti è stato scoperto dalla guardia di finanza che lo ha denunciato. Tutto all'insaputa sia delle dipendenti (di nazionalità romena) sia delle famiglie che vi si servivano.

La guardia di finanza di Gallarate dall'inizio del 2014 teneva sotto controllo la zona con controlli fiscali, grazie ai quali sono stati scoperti un archivio informatico e uno cartaceo con i dati del patrimonio che l'uomo aveva accumulato illegalmente. Anche la trasmissione "Striscia la Notizia" aveva mandato in onda un servizio sul possibile "caporalato" nella provincia di Milano.

Un business in continua espansione e che ha messo a rischio per anni le 329 badanti, ignare del mancato pagamento dei propri contributi lavorativi. Queste infatti erano convinte che fosse tutto regolare e che gli importi dovuti venissero versati agli enti previdenziali competenti con le liquidazioni mensili delle paghe. In realtà la fattura del pagamento veniva emessa ma la successiva registrazione e dichiarazione veniva "dimenticata".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Shirley, la baby sitter morta nello schianto tra un pullman Atm e un camion Amsa a Milano

  • Uomo sui binari travolto e ucciso dalla metro rossa: aveva 24 anni

  • Milano, Carrefour compra 28 supermercati Auchan da Conad: "Nessun esubero"

  • Milano, rapinato il ristoratore dei vip: "Pistola contro per rubarmi soldi contanti e orologio"

  • Notte di incidenti a Milano: schianto tra auto in via Primaticcio, 5 ragazzi feriti e un uomo in coma

  • Incidente tra filobus Atm e camion Amsa: indagati per omicidio stradale i conducenti

Torna su
MilanoToday è in caricamento