Seicento chili di frutta marcia e 'irregolare': maxi blitz della polizia locale all'Ortomercato

Sono stati effettuati controlli sanitari su nove attività, sette delle quali hanno presentato irregolarità e su altre due sono in corso alcuni accertamenti

Mercato. Foto di repertorio

Multe e denunce all’Ortomercato, in seguito ad un controllo coordinato da Comune e SoGemi al quale hanno preso parte anche la polizia locale, Ats Città Metropolitana di Milano - Regione Lombardia, Agecontrol (Agenzia pubblica per i controlli in agricoltura), Ersaf (Ente regionale servizi agricoltura e foreste), Motorizzazione civile. ​Complessivamente, sono state cominate dieci denunce penali e multe per 26 mila euro.

“Controlli regolari e collaborazione fra tutti gli enti, così applichiamo il protocollo per la sicurezza nel mercato Ortofrutticolo di Milano – dichiara Marco Granelli assessore alla Sicurezza - e soprattutto garantiamo ai cittadini il rispetto delle regole in un luogo strategico e su un tema vitale come quello dell’alimentazione”.

L’operazione si è svolta fra la mezzanotte di domenica e le 13 di lunedì, per la polizia locale erano presenti, oltre agli agenti che operano a presidio dell’Ortomercato e del comando di Zona, l’Annonaria e l’Unità di controllo sul lavoro nero. Per Ats Città Metropolitana di Milano erano presenti operatori del Servizio igiene alimenti e nutrizione - Dipartimento prevenzione medico e del Dipartimento prevenzione veterinario.

Sono stati effettuati controlli sanitari su nove attività, sette delle quali hanno presentato irregolarità e su altre due sono in corso alcuni accertamenti. Ats Città Metropolitana di Milano ha quindi emesso sanzioni per un totale di 10.500 euro per problemi di igiene, mancata etichettatura, sistemi di pesatura non conformi, omesse comunicazioni, assenza di segnalazioni di inizio attività Scia. Sono stati sottoposti a sequestro venti colli per vendita in luoghi non idonei.

Controlli di Ersaf e Agecontrol con polizia locale presso alcuni degli operatori dell’Ortomercato: irregolari 600 chili di merce, fra questi 400 chili di kiwi in cattivo stato di conservazione e mandati al macero, arance, limoni e melanzane privi di indicazioni esterne e passaporto Ce e sottoposti a quarantena in attesa di documentazione. 

La Motorizzazione civile ha allestito presso l’area un centro mobile di revisione e con polizia locale sono stati controllati 20 tir, gli agenti della Polizia locale hanno fatto 59 sanzioni per un totale di 14mila euro, sono stati sospesi dalla circolazione in attesa di ulteriori accertamenti dieci autoarticolati per problemi tecnici, è stata ritirata una patente e uno degli autisti è fermato per guida senza patente.

Sono state fatte 10 denunce per ingresso abusivo nell’area dei mercati e un paio di cittadini stranieri sono stati accompagnati in questura perché privi di documenti. Durante i controlli non è emerso impiego di lavoro nero. Tutti i controlli si sono svolti nell’ambito del protocollo sulla sicurezza siglato in Prefettura lo scorso 26 ottobre che prevede un presidio costante di polizia locale che opera in stretta collaborazione con la stessa SoGeMi per garantire il mantenimento della legalità e della sicurezza nei mercati generali ortofrutticoli di Milano.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ubriaco fradicio alla guida, accosta e ferma i vigili: "Documenti grazie, devo farvi la multa"

  • Incidente a Trezzano, auto passa col rosso e si schianta con 2 macchine: 12enne gravissimo

  • Milano, incidente in via Trevi: Smart si ribalta e piomba dentro al negozio di kebab, un morto

  • Gabriele e Risqi, morti nel tragico schianto in autostrada: la loro auto è finita sotto un tir

  • Incidente in A4, travolto da un'auto mentre viaggia in bici in autostrada: morto un uomo

  • Milano, furto nella casa in Duomo: sparite valigie, 5mila euro e le chiavi della Porsche

Torna su
MilanoToday è in caricamento