Milano, rimossa la "bomba" nel Lambro Meridionale: era una vecchia bombola del gas

I militari del nucleo guastatori dell'esercito si sono accorti che era una bombola del gas

"L'ordigno" nel Lambro meridionale

Non è stata fatta brillare la "bomba" trovata nel Lambro Meridionale in via Gratosoglio a Milano. Il motivo? Non si trattava di un ordigno bellico inesploso ma di una bombola del gas arrugginita.

Ad accorgersi di tutto sono stati gli uomini del nucleo guastatori dell'esercito, intervenuti per un sopralluogo. Il rottame di ferro è stato quindi rimosso e avviato al riciclo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Bomba nel Lambro": il ritrovamento

L'oggetto era stato notato nel pomeriggio di giovedì 28 maggio da alcuni agenti della polizia locale durante un servizio di pattugliamento. Da Piazza Beccaria avevano spiegato che si trattava di un "proiettile" lungo circa 70 centimetri che "risulta danneggiato". Sul posto erano intervenuti i carabinieri del nucleo Porta Magenta che, insieme ai ghisa, hanno piantonato "l'ordigno" fino alla tarda mattinata di venerdì quando sono intervenuti i militari dell'esercito.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Milano, folle abbandona la mamma sull'A7, poi picchia un tranviere e si mette a guidare il tram

  • Follia alla Darsena: due ragazzi gettano in acqua un venditore di rose e poi scappano

  • Accoltellato sull'autobus a Milano, 23enne gravissimo in ospedale

  • Lo spettacolo della cometa Neowise, visibile a occhio nudo sopra Milano

  • Bollettino coronavirus Milano e Lombardia: 192 guariti, 15 nuovi positivi a Milano città

  • H&M chiude a Milano, lavoratori trasferiti ad Ancona (e non solo): "Non ci fanno rientrare"

Torna su
MilanoToday è in caricamento