Pioltello-Rodano, bonificata l'ex Sisas: "Tolte 280mila tonn. di rifiuti"

Una "bonifica storica" l'ha invece definita il ministro dell'Ambiente Stefania Prestigiacomo. Si è lavorato "7 giorni su 7", togliendo "280mila tonnellate di materiale". Ora la nuova industrializzazione

Una "bonifica storica" l'ha invece definita il ministro dell'Ambiente Stefania Prestigiacomo, che ha voluto ringraziare il commissario europeo Potocnik, l'avvocato Pelaggi, il capodipartimento della Protezione civile nazionale Gabrielli, il presidente Formigoni e tutta la squadra che "in meno di un anno ha realizzato questo lavoro in un'area SIN (sito da bonificare di interesse nazionale, ndr.) particolarmente compromessa, che oggi restituiamo alla comunità per essere re-industrializzata".

TOLTE 280MILA TONNELLATE - "Oggi - ha aggiunto il ministro - è una giornata molto positiva per l'ambiente ed è la dimostrazione che le bonifiche si possono fare anche in tempi europei, in completa trasparenza arrivando così a restituire un territorio risanato". "Rimuovere 280.000 tonnellate - ha concluso il ministro - significa liberarsi della stessa quantità di rifiuti che in 8 mesi riesce a produrre un città di 1 milione di abitanti. Si tratta davvero di un esempio da prendere a modello".

"UN ECCELLENTE LAVORO" - "A Rodano abbiamo avuto un lieto finale - ha detto il commissario Janez Potocnik - perché è stato fatto un eccellente lavoro. Gli Stati membri dell'Unione europea devono capire che da una corretta gestione dei rifiuti possono scaturire delle opportunità. Certo, c'è una gerarchia anche per i rifiuti, l'ideale è riciclare e bruciare e se non c'è proprio altra scelta si può ricorrere alle discariche. Ci sono paesi che riciclano tutto e altri che buttano tutto in discarica, l'Italia è a metà".

LAVORO 24 ORE AL GIORNO, 7 GIORNI SU 7 - Per l'avvocato Pelaggi "non è stato facile, ma ci siamo riusciti, lavorando 24 ore al giorno 7 giorni su 7, sempre rispettando tutte le norme e i regolamenti". "Pienamente soddisfatto per il risultato ottenuto" si è detto anche l'assessore regionale all'Ambiente, Energia e Reti della Regione Lombardia Marcello Raimondi. "E' un risultato - ha detto - che, da un lato, ci ripaga del duro lavoro svolto e, dall'altro, ci insegna come la piena collaborazione tra le istituzioni permetta di raggiungere traguardi altrimenti impensabili. Le parole del Commissario europeo Potocnik ci spronano a continuare su questa strada con ancor più fiducia e impegno, nell'interesse dei cittadini e del nostro territorio". Nelle immagini sottostanti, com'è diventata l'area e com'era.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

bonifica_1

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • L'odissea sul Ryanair: imbarco negato con il biglietto e ragazzo 'abbandonato' in aeroporto

  • Uccide soffocando i suoi due figli gemelli. Aveva scritto sms alla madre: "Non li rivedrai più"

  • Consultori di Milano: indirizzi, orari e numeri utili

  • Accoltellato mentre cammina nei pressi del Parco Trotter, grave un 30enne all'alba

  • Omicidio in via Trilussa a Milano, sale dal vicino nel cuore della notte e lo uccide

  • Elena e Diego, i gemellini milanesi uccisi dal loro papà: ecco le prime verità dell'autopsia

Torna su
MilanoToday è in caricamento