Borseggiatrici in azione colte sul fatto mentre rubano dentro un negozio

Le due donne sono state arrestate da agenti in borghese

Si soffermavano davanti alle vetrine di via Torino, ma non tanto per vedere la merce esposta quanto per capire se all'interno dei negozi vi fossero possibili "prede" da derubare. Due donne di origine bulgara sono state sorprese sul fatto, giovedì pomeriggio, e arrestate dalla polizia.

E' successo alle cinque e mezza di pomeriggio. L'operazione è stata effettuata nell'ambito di un servizio anti borseggio della sesta sezione della squadra mobilie, guidata dal dirigente Massimiliano Mazzali. I poliziotti, in borghese, hanno notato le due donne (una 39enne e una 27enne, entrambe con precedenti).

Le hanno seguite mentre entravano nel negozio di Pimkie e si avvicinavano a una donna albanese di 34 anni. Gli agenti hanno visto in diretta il borseggio. Una delle due malviventi ha coperto la borsa della vittima con uno sciarpone, sotto cui l'altra ha infilato la mano per "prelevare" dalla borsa il portafogli.

Arrestate per furto aggravato

Gli agenti hanno però fermato e arrestato le bulgare per furto aggravato in concorso, indagandole per ricettazione. Le due, infatti, hanno cercato di gettare sia il portafogli appena rubato sia un Iphone che, quindi, si presume rubato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, tutte le scuole di Milano e provincia chiuse: ecco l'elenco dei comuni

  • "Si è scambiata un'infezione appena più seria di un'influenza per una pandemia letale"

  • Milano, primi casi di coronavirus accertati in Lombardia: 38enne ricoverato a Codogno

  • Coronavirus, altro contagio: positivo al virus un 40enne che lavora a Cesano Boscone

  • Coronavirus, primi 2 casi a Milano: contagiati a Sesto e Mediglia, "caccia" al vero paziente 0

  • Coronavirus, sale il numero dei contagiati in Lombardia: sono 47. Due casi nel milanese

Torna su
MilanoToday è in caricamento