Milano, forzano le porte dell’autobus in corsa e cadono in strada: feriti due ragazzi, uno grave

L'incidente è avvenuto mercoledì sera in viale Cermenate. I feriti sono due venticinquenni

I due erano sulla 95 - Foto repertorio

Avrebbero forzato la porta dell’autobus, tirando la leva di emergenza, mentre il mezzo era in corsa. Poi, ormai senza appigli, sarebbero caduti in strada, sbattendo il volto e la testa sull’asfalto. 

Incredibile incidente mercoledì sera su un bus Atm della linea 95. Poco dopo le dieci, mentre il mezzo si trovava in viale Giovanni da Cermenate - zona Famagosta -, due venticinquenni sarebbero “volati” fuori dall’autobus, che era da poco ripartito da una fermata. 

I giovani, stando a una prima ricostruzione della polizia locale, avrebbero aperto le porte usando la leva per le emergenze, avrebbero perso l’equilibrio e sarebbero poi caduti in strada. Il primo a dare l’allarme è stato proprio il conducente Atm, che si è immediatamente fermato e ha chiesto l’intervento dei soccorritori. 

Uno dei due ragazzi ha riportato un gravissimo trauma cranico e al momento dell’arrivo del 118 era privo di sensi a terra. Medicato, è stato poi portato in codice rosso all’ospedale San Paolo, dove si trova tuttora in condizioni gravi. Meglio, invece, è andata al suo amico, che se l’è cavata con qualche lieve ferita al volto. 
 

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Milano usa la nostra Partner App gratuita !

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Puzza a Milano, odore fortissimo invade la città: boom di segnalazioni. La spiegazione

  • Morto Manuel Frattini a Milano: infarto durante una serata di beneficenza

  • Il pusher gli vende la carta: lui lo scaraventa nel vuoto per ammazzarlo, tradito dal video

  • Milano, incidente tra un bus e un'auto in via Giordani: una donna in coma e due bimbi feriti

  • Sciopero generale a Milano, rischio caos per i mezzi: stop di 24 ore a metro, bus Atm e treni

  • Milano, dramma a scuola: bimbo di cinque anni precipita nel vuoto dalle scale, è gravissimo

Torna su
MilanoToday è in caricamento