Canale Expo, Coldiretti favorevole: "Ossigeno per gli agricoltori"

Secondo l'asssociazione, la provincia di Milano soffre di un "buco" di 8mila litri al secondo per i terreni agricoli

Una manifestazione contro la via d'acqua a Trenno (Fb)

Si parla esplicitamente di "piano B" per il canale che dovrebbe essere realizzato dal sito di Expo 2015 a Rho-Pero fino al Naviglio Grande transitando per i parchi della zona ovest di Milano. La strenua opposizione dei comitati di cittadini e di residenti, con il presidio nei cantieri, ma anche la posizione di diversi consiglieri comunali di maggioranza (come Marco Cappato e Anita Sonego), ha portato a una situazione di stallo.

Non ci sta però la Coldiretti, che vede nel canale un'opera essenziale per gli agricoltori del Milanese. "Il canale Expo, che partendo dal Villoresi porterà le sue acque al Naviglio Grande, porterà un po' di sollievo ai terreni agricoli lasciati all'asciutto da strade e palazzi", afferma Alessandro Ubiali, presidente di Coldiretti Mi-Lo-Mb.

L'espansione edilizia dell'ultimo mezzo secolo, secondo la Coldiretti, ha "asciugato" fontanili e falde, "riducendo - si legge in una nota - la quantità di acqua da scorrimento dai terreni agricoli sepolti dal cemento". L'associazione calcola un "buco" di cica 8mila litri al secondo per le aree agricole di tutta la provincia sud di Milano.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente in viale Bezzi, schianto tra un filobus della 90 e un camion per la raccolta rifiuti

  • Clienti delusi dal villaggio di Natale di Milano, proteste sui social e richieste di rimborso

  • I politici romani prendono in giro l'albero di Milano: "Che schifo il vostro ferracchio"

  • "Puoi spostarti?": ragazza prende a schiaffi un uomo sull'autobus Atm, ma lui è sordomuto

  • Milano, uomo trovato morto sul marciapiedi: sul posto la scientifica

  • Milano, la figlia neonata di una detenuta non respira: agente della penitenziaria la salva così

Torna su
MilanoToday è in caricamento