"Le chiatte dei ristoranti via entro quattro mesi". La sentenza

Il consiglio di stato dà l'ordine: è necessario un bando del comune per lo "sfruttamento economico" dello "spazio acquoso"

Le chiatte sul Naviglio Pavese (Instagram Elinasmile)

Le chiatte all'inizio del Naviglio Pavese hanno i giorni contati, almeno sulla carta. Una sentenza del consiglio di stato (definitiva, quindi) afferma che, entro 120 giorni, devono scomparire. 

La questione è legata al fatto che, per potere occupare uno spazio demaniale come è l'acqua del Naviglio Pavese, occorre partcipare a un bando. Questo perché si tratta di uno spazio «economicamente contendibile». Il bando però non è ancora pronto. Gli uffici comunali stanno predisponendo un regolamento d'uso, che è la premessa necessaria per attivare una gara pubblica. I giudici del secondo grado amministrativo hanno pertanto stabilito che il comune di Milano ha tempo 120 giorni per il bando, dopodiché i barconi dovranno comunque lasciare la postazione.

Quindi, presto, niente più bar e ristoranti ormeggiati all'inizio del Naviglio. E' da molti anni che ci sono contenziosi tra il comune (e prima ancora la regione) e i gestori. Che si dicono disposti a partecipare ad un eventuale bando. Ma, ovviamente, vogliono trovare il modo per non andarsene se trascorrerà il tempo stabilito. Le chiatte sul Naviglio esistono dagli anni '80 e sono ormai diventate simboliche per la città. 

Potrebbe interessarti

  • Schiamazzi e lite furibonda all'una di notte in strada

  • Dolore alla cervicale: i rimedi per combatterlo

  • Piante grasse in casa: ecco perchè fano bene alla salute

  • Gli alimenti alternativi al caffè che ti tengono sveglio

I più letti della settimana

  • Sabato di maltempo a Milano: allerta meteo arancione della protezione civile per temporali

  • Milano, "tentato suicidio" a Famagosta: donna sotto la metro, la M2 ferma per un'ora e mezza

  • La Gomorra africana a due passi da Milano: spaccio, armi e sparatorie fra le gang rivali

  • Ragazza totalmente nuda sul balcone urla e chiede aiuto: poco prima era a casa del vicino

  • Milano, nubifragi e grandine: il Seveso esonda due volte, strade e sottopassi allagati in città

  • Morto il musicista milanese 'Marione': fu il chitarrista di Battiato

Torna su
MilanoToday è in caricamento