Accoltellato fuori dalla discoteca: il questore sospende la licenza al locale

La decisione pochi giorni dopo il fatto. Nel frattempo è stato individuato e denunciato il responsabile. La lite era iniziata all'interno

Repertorio

Sospesa per 15 giorni la licenza del locale Boscaccio di Zerbolò (Pavia), vicino al quale è avvenuto un accoltellamento nella notte tra il 24 e il 25 novembre, intorno alle 3. Lo ha stabilito il questore di Pavia sulla base dell'articolo 100 del Tulps (Testo unico leggi di pubblica sicurezza), che prevede questi provvedimenti nei locali pubblici dove si sono verificate gravi situazioni lesive dell'ordine pubblico o che siano abituale ritrovo di persone pregiudicate.

La notifica della sospensione della licenza è stata consegnata al proprietario del locale il 28 novembre da parte dei carabinieri della stazione di Gropello Cairoli. La lite era infatti scoppiata all'interno della discoteca in cui, riferiscono i carabinieri del comando provinciale di Pavia, tra febbraio e aprile 2018 si erano già verificati episodi di risse e scontri tra clienti. Il provvedimento di sospensione della licenza era stato chiesto dai carabinieri di Gropello e il questore ha valutato che sussistevano i requisiti.

La lite e l'accoltellamento

Secondo quanto emerso dalle indagini, un 17enne (residente a Santo Stefano Ticino, nel Milanese) aveva rimproverato un 19enne perché a suo dire non avrebbe rispettato la coda al bancone del bar della discoteca. Per tutta risposta il 19enne gli aveva sferrato un pugno, ma non si era accontentato: poco dopo lo aveva raggiunto all'esterno del locale fino alla vettura in cui il 17enne era appena salito con un amico; aveva aperto la portiera e gli aveva sferrato una coltellata alla gamba.

Il 17enne era stato trasportato al pronto soccorso del Policlinico San Matteo di Pavia, dove è stato dimesso con una prognosi di 15 giorni per ferita da taglio. Successivamente i carabinieri hanno individuato il 19enne e lo hanno denunciato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Si è scambiata un'infezione appena più seria di un'influenza per una pandemia letale"

  • Coronavirus, tutte le scuole di Milano e provincia chiuse: ecco l'elenco dei comuni

  • Milano, primi casi di coronavirus accertati in Lombardia: 38enne ricoverato a Codogno

  • Coronavirus, altro contagio: positivo al virus un 40enne che lavora a Cesano Boscone

  • Coronavirus, primi 2 casi a Milano: contagiati a Sesto e Mediglia, "caccia" al vero paziente 0

  • Coronavirus, sale il numero dei contagiati in Lombardia: sono 47. Due casi nel milanese

Torna su
MilanoToday è in caricamento