Cinisello Balsamo vieta la prostituzione Multe salate per i clienti

Un’ordinanza comunale vieta da subito la prostituzione sul territorio di Cinisello Balsamo. Multe dai 150 ai 450 euro per chiunque si avvicini ad una lucciola per strada. “Vogliamo combattere questo fenomeno” ha detto il sindaco della città

Il sindaco di Cinisello Balsamo con una ordinanza ha vietato la prostituzione in tutto il territorio del comune. Il provvedimento ha effetto immediato e dispone sanzioni anche per i clienti delle lucciole: dai 150 ai 450 euro per chiunque si avvicina ad un prostituta a piedi o in auto, anche se fosse solo per chiedere un’informazione.

Tra i motivi di questa scelta sicuramente il decoro urbano, la sicurezza stradale ma soprattutto l’educazione dei giovani: “Vogliamo combattere questo fenomeno” ha detto Daniela Gasparini, primo cittadino di Cinisello Balsamo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Milano, guardia giurata travolge motociclista, vede che è morto e si spara in testa: il dramma

  • Giovane morto travolto da un treno del metrò: Cassazione condanna l'agente di stazione di Atm

  • Primark apre un altro negozio milanese: il 4 dicembre inaugura il mega store al Fiordaliso

  • Influencer per sfida in piazza Duomo, torna la seconda volta: identificata con l'autista

  • "Raffiche di vento fino a 75 chilometri orari": a Milano scatta l'allerta meteo gialla

  • Milano, uomo si spoglia su un tram in pieno giorno e tenta di violentare una studentessa

Torna su
MilanoToday è in caricamento