Dalla Chiesa, la commemorazione in Santa Maria delle Grazie e in piazza Diaz

Il ricordo del generale ucciso dalla mafia a Palermo nel 1982 insieme alla moglie Setti Carraro e all'agente Russo

Un momento della commemorazione in piazza Diaz (foto comune di Milano)

Come ogni anno, si è tenuta a Milano (sabato 3 settembre) la commemorazione dell'assassinio di Carlo Alberto Dalla Chiesa, generale di corpo d'armata, ucciso in un agguato di stampo mafioso a Palermo il 3 settembre 1982 con la moglie Emanuela Setti Carraro e l'agente di scorta Domenico Russo mentre era impegnato nel capoluogo siciliano come prefetto.

Alle 10.30 la messa in suffragio presso la chiesa di Santa Maria delle Grazie. Alle 11.30, in piazza Diaz, è stata deposta una corona presso il monumento Al Carabiniere. Presenti le autorità civili e militari, tra cui il sindaco di Milano Giuseppe Sala, il questore di Milano Antonio De Iesu, il comandante interregionale Vincenzo Coppola, il comandante provinciale dei carabinieri Canio Giuseppe La Gala e il comandante provinciale della guardia di finanza Paolo Kalenda. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Presenti, naturalmente, anche i familiari delle vittime dell'eccidio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bollettino contagi 30 maggio 2020: morti senza fine, ancora 67 persone. Contagi stabili

  • Bollettino Coronavirus in Lombardia e a Milano: continuano a salire i contagi +382

  • Bollettino Coronavirus in Lombardia: 38 morti e +354 positivi, il 70% dei nuovi casi in Italia

  • Bollettino e aggiornamento contagi Lombardia: risalgono morti e i contagi, +216 nuovi positivi

  • Coronavirus, "in Lombardia magheggi sui numeri per riaprire". Il Pirellone: "Non è vero". E querela

  • Riapertura Lombardia 3 giugno 2020, gli scienziati scettici: "Troppo rischioso"

Torna su
MilanoToday è in caricamento