Festa per 'centenario del fascismo' e concerto di CasaPound a Milano, Sala: "È oltraggioso"

L'evento è previsto per il 23 marzo. Memoria Antifascista: "Città invasa da fascisti e nazisti"

Ha richiamato i valori della città che guida. E ha chiesto che le autorità intervengano. Beppe Sala si schiera apertamente contro l'evento organizzato da CasaPound a Milano, per il prossimo 23 marzo. 

Quel giorno - non è ancora chiaro dove, ma il teatro scelto dovrebbe essere un capannone in via Toffetti - il partito di Gianluca Iannone ha ideato un appuntamento per festeggiare i venti anni di attività degli "ZetaZeroAlfa", la band musicale di cui lo stesso Iannone è frontman. 

Milano Antifascista, però, ha un'idea leggermente diversa del "senso" della serata. "La data non è casuale: il 23 marzo del 1919 a Milano si costituirono i Fasci di Combattimento, protagonisti per vent’anni delle violenze del partito fascista contro cittadini, lavoratori, antifascisti e chiunque si interponesse sulla loro strada", hanno denunciato dall'associazione. "Più che festeggiare il ventennio, Casapound vuole celebrare un centenario. Milano probabilmente sarà invasa da fascisti italiani e neonazisti europei. Per l’evento sono previsti circa 2.000 partecipanti che saranno liberi di girare per la città". 

Un evento che Sala vorrebbe fosse evitato. "La manifestazione che Casapound sta organizzando a Milano è oltremodo oltraggiosa - il commento del primo cittadino -. Auspico che il Prefetto e il Questore la vietino. Non accetteremo mai alcun tipo di raduno, corteo o iniziativa che inneggi e celebri il fascismo nella nostra città. Milano - ha concluso il sindaco - è e resterà sempre una città profondamente antifascista".

L'organizzazione, però, ormai sembra completata. I pullman da Roma sono già organizzati, le auto e i furgoni dal resto d'Europa anche, probabilmente. La location, ad ora, è ancora segreta ma con ogni probabilità lo show si terrà nei capannoni di via Toffetti.

Quegli stessi capannoni che a novembre 2015 avevano ospitato un altro raduno simile - quella volta da festeggiare c'era il "Ventennio" degli Hammerskin in Italia - e che nel 2013 era stato teatro di un secondo incontro, che l'allora sindaco Pisapia definì "indegno"

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Si è scambiata un'infezione appena più seria di un'influenza per una pandemia letale"

  • Coronavirus, tutte le scuole di Milano e provincia chiuse: ecco l'elenco dei comuni

  • Milano, primi casi di coronavirus accertati in Lombardia: 38enne ricoverato a Codogno

  • Coronavirus, altro contagio: positivo al virus un 40enne che lavora a Cesano Boscone

  • Coronavirus, primi 2 casi a Milano: contagiati a Sesto e Mediglia, "caccia" al vero paziente 0

  • Coronavirus, sale il numero dei contagiati in Lombardia: sono 47. Due casi nel milanese

Torna su
MilanoToday è in caricamento