"I fattorini in bici devono rispettare il codice della strada": vertice tra ghisa e i corrieri

Il comandante dei ghisa ha incontrato i rappresentati dei maggiori corrieri di Milano

Immagine repertorio

Più sicurezza per i fattorini in bicicletta e maggiore attenzione, da parte dei ciclisti, al rispetto del codice della strada. È l'obiettivo dei ghisa di Milano che, nella mattinata di lunedì 26 febbraio, hanno incontrato diversi rappresentanti delle società che utilizzano a livello professionale la bicicletta per il trasporto e la consegna di beni. All'incontro, convocato dal comandante della Polizia Locale Marco Ciacci, erano presenti delegati di Foodora, Nexive, Justeat, Glovo, Uber Eats, Deliveroo.

La bicicletta "sta diventando sempre di più il mezzo privilegiato per spostarsi nelle strade del centro cittadino, secondo solo al mezzo di trasporto pubblico — ha spiegato Ciacci —. Se da una parte il suo utilizzo porta a grandi benefici, occorre non abbassare la guardia di fronte ai rischi derivanti da comportamenti scorretti alla guida". 

"Sono purtroppo ancora moltissimi i ciclisti – ha aggiunto Ciacci – che non rispettano le norme di sicurezza. Essere visibili, specialmente nelle ore serali e notturne, tramite corpetti rifrangenti, e indossare il casco protettivo rappresentano sicuramente comportamenti virtuosi. È importante inoltre che sulle biciclette siano presenti e tenuti efficienti luci anteriori e posteriori, catadiottri e campanello".
 
Le aziende presenti hanno risposto positivamente all’appello del comandante e si sono dichiarate disponibili a sensibilizzare ulteriormente i loro collaboratori o dipendenti sul tema della sicurezza in strada.
 
Nel 2017 — secondo i dati resi noti dal comando di piazza Beccaria — sono stati oltre 1.100 gli incidenti nei quali sono rimasti coinvolti ciclisti. Tra le cause più frequenti di incidente la distrazione, anche per l’uso purtroppo diffuso di cuffie per ascoltare la musica o telefoni cellulari mentre si guida. Tra i comportamenti più a rischio anche la guida contromano e il mancato rispetto della segnaletica, come lo "stop", il "dare precedenza" o il semaforo rosso.

Potrebbe interessarti

  • Perchè è importante cambiare le lenzuola del letto

  • Pulizia della lavastoviglie: tutti i consigli utili

  • Come svegliarsi bene la mattina: 6 consigli pratici

  • Il fascino del glicine e dove acquistarlo a Milano

I più letti della settimana

  • Follia sul bus a Milano, autista picchiato a sangue: la foto denuncia dell'occhio tumefatto

  • E' morto a Milano Enrico Nascimbeni, aveva 59 anni

  • Sciopero dei mezzi a Milano, giovedì stop a metro, tram e bus Atm: gli orari dell'agitazione

  • Meno di 300 euro per andare (e tornare) da Milano a New York: ecco il nuovo volo diretto

  • Ragazzo di ventidue anni sparito da oltre un mese: ritrovato a Milano, dormiva in strada

  • Milano, incendio sulla tangenziale Ovest: camion avvolto e distrutto dalle fiamme

Torna su
MilanoToday è in caricamento