Milano, il corteo antifascista cambia percorso: "Non ci impedirà di bloccare la marcia 'nera'"

La questura ha chiesto agli organizzatori di modificare il percorso del loro corteo: i dettagli

La manifestazione in piazzale Loreto

"La troppa vicinanza con il raduno dei neofascisti in piazzale Susa è la motivazione che la Questura ha utilizzato per chiedere la modifica del nostro corteo. Non comprendiamo il motivo di questa decisione dato che è stato vietato ai fascisti di sfilare. Con senso di responsabilità abbiamo preso atto del nuovo percorso". Così Milano antifascista antirazzista meticcia e solidale in una nota con la quale avverte che la scelta "sia chiaro, non impedirà agli antifascisti e alle antifasciste di opporsi, in caso i fascisti si muovessero in corteo non autorizzato".

Infatti cambia, su richiesta della Questura, il percorso del corteo antifascista organizzato per lunedì 29 aprile a Milano in risposta a quello annunciato (ma non autorizzato) dall'estrema destra in ricordo di Sergio Ramelli, Enrico Pedenovi e Carlo Borsani. 

La manifestazione per Sergio Ramelli: tensioni tra estrema destra e polizia. Le immagini

Il nuovo percorso del corteo antifascista a Milano

Il nuovo percorso parte da piazzale Loreto e prosegue lungo via Costa, piazza Durante, via Teodosio, via Pacini, piazza Piola, viale Romagna e via Pascoli".  

Alle 18.30, dopo un presidio in piazzale Loreto per dire no alla "giornata nera" isi parte in corteo. "Nella nostra città, Medaglia d’Oro della Resistenza, quella data non è mai stata una semplice ricorrenza ma un appuntamento di popolo partecipato, determinato e consapevole nella difesa dei valori antifascisti e nella attualizzazione della Resistenza ai giorni nostri contro ingiustizie, povertà, indifferenza e razzismo", spiegano gli organizzatori.

"La giornata del 29 Aprile è diventata di fatto un momento nazionale di mobilitazione delle formazioni nazifasciste da contrapporre al 25 Aprile, con raduni militareschi, grande sfoggio di saluti romani e di tutta la lugubre retorica scenica del ventennio. È una vergogna - concludono - che non possiamo più tollerare".

La fiaccolata vietata

Alle 20 si ritroveranno gli attivisti delle "sigle nere", CasaPound, Lealtà Azione e Forza Nuova. Per loro l'appuntamento è in piazzale Susa, da dove partirà poi la fiaccolata diretta con ogni probabilità in via Paladini, sotto casa dello studente. 

"Portiamo alta la fiaccola del ricordo - l'annuncio su Facebook di CasaPound, evidentemente intenzionata a ignorare il divieto del prefetto -. Il 29 aprile a Milano corteo per Sergio Ramelli".

Vandali in azione: danneggiata la lapide dedicata a Ramelli

Nella notte tra domenica e lunedì 29 aprile alcuni vandali hanno imbrattato la lapide dedicata a Sergio Ramelli di via Paladini a Milano lanciando della vernice rosa.

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Milano usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ubriaco fradicio alla guida, accosta e ferma i vigili: "Documenti grazie, devo farvi la multa"

  • Milano, incidente in via Trevi: Smart si ribalta e piomba dentro al negozio di kebab, un morto

  • Incidente fra tre camion sull'A4, autostrada chiusa e traffico in tilt: i percorsi alternativi

  • Milano, festino a base di cocaina, hashish e marijuana nell'hotel di lusso: arrestato 32enne

  • Margherita, Capricciosa e droga: arrestato titolare di una pizzeria, spacciava nel locale

  • Riapre corso Plebisciti: via libera alle auto dal 29 gennaio, come cambiano i mezzi Atm

Torna su
MilanoToday è in caricamento