Corteo degli anarchici in centro: petardi fuori dal carcere, biglie contro Bmw ed Esselunga

Gli anarchici hanno protestato chiedendo la liberazione dell'ultimo latitante del G8

Petardi, fuochi d'artificio e scritte sui muri contro le forze dell'ordine. Corteo degli anarchici mercoledì sera in centro a Milano, dove circa duecento persone si sono ritrovate in strada per protestare contro la detenzione di Vincenzo Vecchi, il latitante - l'ultimo latitante - condannato per le devastazioni del G8 di Genova e arrestato ad agosto in Francia dove si era rifatto una vita. 

I manifestanti, con a capo lo striscione "Vincenzo libero, né espulsioni, né prigioni", sono partiti dalla Darsena verso le 22 e sono arrivati fino al carcere di San Vittore, dove hanno fatto esplodere alcuni petardi e acceso dei fuochi d'artificio. 

Durante il percorso - seguito passo per passo dai poliziotti in assetto antisommossa - gli anarchici hanno tracciato sui muri scritte contro le forze dell'ordine e intonato cori contro gli agenti. Inoltre, sono state lanciate biglie contro una concessionaria Bmw, l'Esselunga di viale Papiniano e filiali di banca.

In Darsena, nello spazio che storicamente ospitava il murale per Dax, è invece apparsa la frase "Vince libero". 

Foto - Una delle scritte in viale Coni Zugna

sbirro infame scritta milano-2

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Milano usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I politici romani prendono in giro l'albero di Milano: "Che schifo il vostro ferracchio"

  • "Puoi spostarti?": ragazza prende a schiaffi un uomo sull'autobus Atm, ma lui è sordomuto

  • Milano, uomo trovato morto sul marciapiedi: sul posto la scientifica

  • Milano, la figlia neonata di una detenuta non respira: agente della penitenziaria la salva così

  • Incidente in autostrada A4 tra Agrate e la Tangenziale Est: nove chilometri di coda

  • Attimi di apprensione da Ikea: "Scatta allarme di evacuazione e fanno uscire tutti dallo store"

Torna su
MilanoToday è in caricamento