Milano, assedio al consolato turco: lancio di fumogeni e ortaggi "in difesa dei Curdi"

La manifestazione "Defend Rojava" è finita in via Canova, sotto il consolato turco

La protesta sotto il consolato turco - Foto Milano inMovimento

Gli antagonisti di Milano dichiarano "guerra" alla Turchia di Erdogan, impegnata negli ultimi giorni in un'offensiva in Siria del Nord, nel territorio del Rojava, storicamente occupato dai curdi. 

Sabato pomeriggio, circa diecimila persone - secondo gli organizzatori - hanno manifestato in corteo fino in via Canova, dove si trova il consolato turco. Proprio sotto la struttura, difesa da una serie di transenne e da un importante dispiegamento di forze dell'ordine, si è registrato il momento più teso della giornata, con i manifestanti che hanno spostato alcune delle transenne e fatto partire ortaggi, fumogeni e fuochi d'artificio verso la sede consolare dopo aver brucaito un fantoccio con la faccia di Erdogan.

Poco prima in via Magenta, sotto la sede dell'Ue a Mlano, gli antagonisti avevano invece tracciato una scritta sull'asfalto "Ue assassini", accusando l'unione europea di complicità con il presidente turco. 

Altri brevi momenti di tensione si erano registrati in piazza Missori, sotto la sede di Facebook, che negli ultimi giorni ha chiuso alcune pagine Facebook - tra cui Milano inMovimento - che si erano apertamente dichiarate con il popolo curdo. Il palazzo del social è stato bersagliato con uova piene di vernice blu, molte delle quali andate a segno. 

A inaugurare la manifestazione, partita da Palestro, era stata un'altra azione simbolica: i manifestanti avevano portato in piazza Meda una ricostruzione di una bomba spargendo intorno detriti per rappresentare la distruzione in atto in Siria. 

La protesta sotto il consolato turco - Foto Milano inMovimento

fumogeni consolato turco 1-2

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Milano usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Si è scambiata un'infezione appena più seria di un'influenza per una pandemia letale"

  • Coronavirus, tutte le scuole di Milano e provincia chiuse: ecco l'elenco dei comuni

  • Milano, primi casi di coronavirus accertati in Lombardia: 38enne ricoverato a Codogno

  • Coronavirus, altro contagio: positivo al virus un 40enne che lavora a Cesano Boscone

  • Coronavirus, primi 2 casi a Milano: contagiati a Sesto e Mediglia, "caccia" al vero paziente 0

  • Coronavirus, sale il numero dei contagiati in Lombardia: sono 47. Due casi nel milanese

Torna su
MilanoToday è in caricamento