Milano, il procuratore Davide Lippi, figlio di Marcello, aggredito sotto casa da tre uomini

Sul caso indagano i militari che ora stanno passando al setaccio le telecamere di sicurezza

Lippi a Milano

Lo hanno circondato in tre, minacciandolo di morte e pretendendo i suoi averi. Lui, Davide Lippi, figlio di Marcello, ex ct dell'Italia campione del mondo, è riuscito a fuggire senza riportare gravi conseguenze. Rifugiandosi nei box del suo condominio in via Procaccini a Milano.

E' successo poco prima delle 20 di giovedì. A raccontare la vicenda ai carabinieri è proprio Lippi, 42 anni e noto nel mondo del calcio per aver fondato il Reset Group, che segue e rappresenta diversi sportivi italiani e non solo: tra i quali, per esempio, Giorgio Chiellini, Matteo Politano, Borja Valero e altri.

Sembra che il trio, che si muoveva a bordo di un paio di scooter, lo avesse pedinato: una volta sotto casa della vittima, lo avrebbero aggredito con l'intenzione di prendersi il suo orologio di lusso e il denaro. I tre, stando alle prime ricostruzioni, parlavano italiano senza particolari accenti regionali. 

Sul caso indagano i militari che ora stanno passando al setaccio le telecamere di sicurezza presenti nell'area dell'assalto per trovare i responsabili e capire se fosse effettivamente un tentativo di rapina o magari un'aggressione legata al ruolo professionale della vittima.
 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Milano, militare pugnalato alla gola in Stazione Centrale da un passante che urla "Allah akbar"

  • Milano, tenta di incassare il gratta e vinci rubato: beccato, in casa ne aveva altri 600

  • Milano, fumo nero e puzza di bruciato da Spontini in via Marghera: arrivano i pompieri

  • Esplosione nella fabbrica di cannabis light: fiamme alte 10 metri, feriti padre e due figli

  • Sciopero venerdì 27 setttembre, a Milano si fermano per 24 ore i mezzi Atm: orari di metro

  • "Ritrovo di pregiudicati", la questura chiude tre bar di zona Certosa

Torna su
MilanoToday è in caricamento