In 300 invasero una fabbrica abbandonata per un rave party: 77 ragazzi denunciati

Sporta denuncia nei confronti dei partecipanti ad un raduno non autorizzato di San Donato

Rave Party (foto di repertorio)

I capannoni dismessi di Neon Italia, la fabbrica abbandonata di San Donato Milanese. Questo il luogo dove il 4 febbraio sono accorse 400 persone da tutta l'Italia settentrionale, nonché da alcuni paesi europei, per un rave party. 77 di loro, tra cui uno spagnolo, sono state identificati dai carabinieri e denunciati per invasione di terreni, danneggiamento e imbrattamento.

Il raduno, a carattere non autorizzato, non era il primo a svolgersi nell'ex ditta di via Buozzi, i cui spazi oggi sono di proprietà della società Fontana Skyline. I militari, attraverso indagini che hanno previsto controlli incrociati delle targhe e servizi di appostamento, sono riusciti a individuare 77 dei circa 300 partecipanti, tutti maggiorenni e con un età che oscilla dai 18 ai 36 anni. I partecipanti si erano dati appuntamento alla Neon Italia attraverso Facebook. Un altro rave si era svolto sempre nella stessa fabbrica abbandonata lo scorso novembre.

Potrebbe interessarti

  • A Milano gli rubano la bici con cui sta viaggiando per il mondo, l'appello: "Aiutatemi"

  • Come avere i finanziamenti per riqualificare energeticamente la casa a Milano

I più letti della settimana

  • Milano, due fratelli morti in una casa a Baggio: uno ucciso a coltellate, un altro impiccato

  • Omicidio suicidio a Milano: ammazza il fratello a coltellate, poi si impicca al balcone di casa

  • La notte folle di un uomo: fa sesso con una prostituta, poi ‘spara’, la rapina e si accoltella

  • Temporali di "forte intensità" in arrivo a Milano: scatta l'allerta meteo di codice giallo

  • Incidente a Zibido, si schianta alla rotatoria e l'auto si ribalta più volte: morto un 32enne

  • Zibido, si schianta con l'auto della mamma alla rotatoria: Francesco muore sul colpo a 32 anni

Torna su
MilanoToday è in caricamento