Disastro ferroviario di Pioltello, 165 persone da ascoltare in procura. Il binario verrà tagliato

Prosegue l'indagine sul disastro ferroviario alle porte di Milano costato la vita a tre donne

Il treno distrutto (foto Vvf)

Sono 165 le persone che verranno ascoltate dalla procura di Milano per cercare di ricostruire quello che è avvenuto un minuto dopo le 7 di giovedì 25 gennaio a Pioltello, dove un convoglio Trenord è deragliato uccidendo tre donne e ferendo altre 48 persone. Un centinaio di passeggeri ha risposto all'appello esposto dalla Polfer tra le stazioni di Cremona e Treviglio: loro saranno chiamati a rispondere a un questionario standard. Le altre persone che saranno ascoltate dai magistrati sono soccorritori, tecnici della ferrovia, operai e abitanti della zona.

L'inchiesta va avanti senza sosta. Nella giornata di giovedì 1° febbraio si sono svolte le autopsie sulle salme delle tre vittime, disposte dai pm  Maura Ripamonti e Leonardo Lesti, che stanno lavorando coordinati con il procuratore aggiunto Tiziana Siciliano. Dai primi accertamenti sembra che le tre vittime — Giuseppina Pirri, 39 anni, Pierangela Tadini, 50 anni, Ida Milanesi, 61 anni siano decedute quasi immediatamente dopo la violenta sbandata del vagone su cui viaggiavano: il primo a uscire dai binari.

Nel mirino di pm e forze dell'ordine continua a esserci soprattutto la "zeppa" di legno che è stata trovata proprio sotto il pezzo di binario che ha ceduto al passaggio del treno e che doveva essere sostituito a breve. Rfi - in una nota ufficiale - aveva evidenziato che l'utilizzo "di spessori in legno non è previsto dalle normative tecniche e dai protocolli operativi di Rete Ferroviaria Italiana", come a voler lasciare intendere che si sia trattato di un gesto "spontaneo" di un operaio. E nella mattinata di venerdì i tecnici nominati dalla procura e quelli indicati dalle difese svolgeranno gli “accertamenti irripetibili”: in particolare sarà analizzato il rattoppo tra i due binari sostenuto con la “zeppa” di legno. Proprio in quel punto — è l’ipotesi più accreditata — si sarebbe innescato l’incidente. Successivamente il binario sarà tagliato per essere stivato in un hangar e la stessa sorte potrebbero subirla i vagoni deragliati. La prossima settimana il traffico sulla rotta Cremona Milano potrebbe tornare alla normalità.

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Milano usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Shirley, la baby sitter morta nello schianto tra un pullman Atm e un camion Amsa a Milano

  • Uomo sui binari travolto e ucciso dalla metro rossa: aveva 24 anni

  • Milano, Carrefour compra 28 supermercati Auchan da Conad: "Nessun esubero"

  • Milano, rapinato il ristoratore dei vip: "Pistola contro per rubarmi soldi contanti e orologio"

  • Notte di incidenti a Milano: schianto tra auto in via Primaticcio, 5 ragazzi feriti e un uomo in coma

  • Incidente tra filobus Atm e camion Amsa: indagati per omicidio stradale i conducenti

Torna su
MilanoToday è in caricamento