Milano: sospetto caso di Ebola, donna ricoverata al Sacco

La donna è una volontaria di Emergency rientrata dalla Sierra Leone a inizio maggio

Immagine di repertorio

Sembrano sparire, anche se si deve effetture ancora un secondo test, i timori per una donna rientrata da poco dalla Sierra Leone per la quale si temeva un contagio con il virus dell'Ebola. E' negativo il test realizzato all'ospedale Sacco di Milano, per sintomi sospetti.

La donna, una volontaria di Emergency rientrata dalla Sierra Leone a inizio maggio, era stata ricoverata mercoledì mattina all’ospedale di Vimercate, i medici hanno isolato la paziente e hanno deciso di far partire la procedura di emergenza. 

La volontaria è stata ricoverata al Sacco di Milano, il centro scelto a livello Regionale per affrontare queste emergenze, ed è già stata sottoposta ai primi test. La prima verifica ha dato esito negativo e venerdì dovrebbe esserci un secondo test che confermerà o meno il contagio.

Potrebbe interessarti

  • Schiamazzi e lite furibonda all'una di notte in strada

  • Perchè è importante cambiare le lenzuola del letto

  • Piante grasse in casa: ecco perchè fano bene alla salute

  • Disattivare le utenze: ecco come fare

I più letti della settimana

  • Sabato di maltempo a Milano: allerta meteo arancione della protezione civile per temporali

  • Milano, "tentato suicidio" a Famagosta: donna sotto la metro, la M2 ferma per un'ora e mezza

  • La Gomorra africana a due passi da Milano: spaccio, armi e sparatorie fra le gang rivali

  • Milano, polizia locale in lutto: morta Stefania, vigilessa di 40 anni della centrale operativa

  • Milano, nubifragi e grandine: il Seveso esonda due volte, strade e sottopassi allagati in città

  • Morto il musicista milanese 'Marione': fu il chitarrista di Battiato

Torna su
MilanoToday è in caricamento