Milano: sospetto caso di Ebola, donna ricoverata al Sacco

La donna è una volontaria di Emergency rientrata dalla Sierra Leone a inizio maggio

Immagine di repertorio

Sembrano sparire, anche se si deve effetture ancora un secondo test, i timori per una donna rientrata da poco dalla Sierra Leone per la quale si temeva un contagio con il virus dell'Ebola. E' negativo il test realizzato all'ospedale Sacco di Milano, per sintomi sospetti.

La donna, una volontaria di Emergency rientrata dalla Sierra Leone a inizio maggio, era stata ricoverata mercoledì mattina all’ospedale di Vimercate, i medici hanno isolato la paziente e hanno deciso di far partire la procedura di emergenza. 

La volontaria è stata ricoverata al Sacco di Milano, il centro scelto a livello Regionale per affrontare queste emergenze, ed è già stata sottoposta ai primi test. La prima verifica ha dato esito negativo e venerdì dovrebbe esserci un secondo test che confermerà o meno il contagio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Milano, guardia giurata travolge motociclista, vede che è morto e si spara in testa: il dramma

  • Giovane morto travolto da un treno del metrò: Cassazione condanna l'agente di stazione di Atm

  • Milano, guardia giurata di 26 anni si spara in testa dopo un incidente mortale: chi era Flavio

  • Primark apre un altro negozio milanese: il 4 dicembre inaugura il mega store al Fiordaliso

  • Influencer per sfida in piazza Duomo, torna la seconda volta: identificata con l'autista

  • Sciopero dei mezzi il 28, sciopero generale il 29: treni, metro e bus a rischio per due giorni

Torna su
MilanoToday è in caricamento