“Fotomontaggi hot con i vertici di Mediaset”: Emilio Fede rischia 4 anni e 9 mesi di carcere

La richiesta del pm nel processo che vede Fede indagato per estorsione e tentata estorsione

Fede rischia 4 anni e 9 mesi di carcere

Quattro anni e nove mesi mesi di carcere. È questa la dura richiesta del pm di Milano, Silvia Perrucci, a carico di Emilio Fede, accusato di estorsione e tentata estorsione per un presunto ricatto ai vertici di Mediaset dopo il suo licenziamento dal Tg4 nel 2012

Fede, secondo l’accusa, avrebbe chiesto a Gaetano Ferri - suo ex personal trainer - e ad altre due persone di creare fotomontaggi hot, falsi e ad hoc con protagonisti il direttore dell’informazione della rete, Mauro Crippa, e il presidente dell'azienda Fedele Confalonieri. 

Attraverso una serie di "pressioni e minacce" - la tesi del pm -, Emilio Fede avrebbe costretto "Crippa, Confalonieri ma anche lo stesso Silvio Berlusconi" a fargli avere "un accordo più vantaggioso con una buonuscita di 820mila euro e un contratto di collaborazione di tre anni". 

Per questo, l’ex direttore del Tg4 - che nel processo è anche accusato di violenza privata per alcune minacce nei confronti di Ferri - rischia ora quattro anni e nove mesi di carcere. 
   

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Milano, guardia giurata travolge motociclista, vede che è morto e si spara in testa: il dramma

  • Giovane morto travolto da un treno del metrò: Cassazione condanna l'agente di stazione di Atm

  • Primark apre un altro negozio milanese: il 4 dicembre inaugura il mega store al Fiordaliso

  • Influencer per sfida in piazza Duomo, torna la seconda volta: identificata con l'autista

  • "Raffiche di vento fino a 75 chilometri orari": a Milano scatta l'allerta meteo gialla

  • Milano, uomo si spoglia su un tram in pieno giorno e tenta di violentare una studentessa

Torna su
MilanoToday è in caricamento