Lodi, evasione dal carcere: detenuto scavalca il muro di cinta durante l'ora d'aria e fugge

Il 22enne era stato arrestato pochi giorni fa a San Guliano Milanese. Ricerche in corso

L'evaso

Evasione nel carcere di Lodi. Un ragazzo marocchino di ventidue anni, arrestato il 24 aprile scorso a San Giuliano Milanese in esecuzione di un ordine di carcerazione per droga, è riuscito a far perdere le proprie tracce durante l'ora d'aria. 

La fuga, stando alle prime informazioni, sarebbe avvenuta verso le 16, quando il 22enne avrebbe approfittato della "libertà" per scavalcare il muro di cinta e fuggire. Gli agenti di polizia penitenziaria si sono accorti dell'evasione qualche ora più tardi, quando hanno verificato che tutti i detenuti fossero tornati in cella. 

Il ragazzo - Mohamed El Madoui, condannato a un anno di carcere - è ricercato a Lodi e in tutte le province lombarde. Da tempo, i sindacati - il Sappe su tutti - denunciano la carenza d'organico all'interno del penitenziario lodigiano. 
 

Aggiornamento: l'uomo si è costituito

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Milano, primi casi di coronavirus accertati in Lombardia: 38enne ricoverato a Codogno

  • Coronavirus, sale il numero dei contagiati in Lombardia: sono 47. Due casi nel milanese

  • Coronavirus, i casi sono 14: gravissimo un 38enne, in isolamento la moglie e un amico

  • Coronavirus, primi 2 casi a Milano: contagiati a Sesto e Mediglia, "caccia" al vero paziente 0

  • Coronavirus, i contagi in Lombardia salgono a 14: "Dobbiamo contenere il virus in quell'area"

  • Milano, caso di coronavirus: vademecum sulla prevenzione, la trasmissione e l'esposizione

Torna su
MilanoToday è in caricamento