Via d'Acqua, Sala (Expo): "Gare non invalidate, andare avanti"

Il commissario unico di Expo sul progetto che fa parte dei bandi "pilotati" dalla cupola a favore dell'imprenditore Maltauro

Un presidio contro le ruspe della via d'acqua

La via d'acqua tratto sud, coinvolta nell'inchiesta sugli arresti eccellenti di Expo perché sarebbe stata tra i bandi "pilotati" dalla cosiddetta "cupola degli appalti", "deve andare avanti": lo ha dichiarato Giuseppe Sala, commissario unico per l'evento, precisando che "si tratta del mio punto di vista, avendo avuto conferma che le gare non sono invalidate".

Sala ha confermato di avere inviato ai soci il  progetto definitivo, dopo i vari stop ai cantieri dovuti alle proteste dei cittadini della periferia ovest di Milano, secondo cui i parchi sarebbero gravemente danneggiati dai lavori e dal risultato finale.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Sala ha anche aggiunto che va comunque tenuto in considerazione "come si svilupperà la posizione politica del comune di Milano", in riferimento al fatto che la maggioranza di Giuliano Pisapia potrebbe anche rivalutare l'ipotesi della via d'acqua.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • L'odissea sul Ryanair: imbarco negato con il biglietto e ragazzo 'abbandonato' in aeroporto

  • Consultori di Milano: indirizzi, orari e numeri utili

  • Milano, 15 volanti danno la caccia a un uomo: il folle inseguimento finisce in Buenos Aires

  • Omicidio in via Trilussa a Milano, sale dal vicino nel cuore della notte e lo uccide

  • Elena e Diego, i gemellini milanesi uccisi dal loro papà: ecco le prime verità dell'autopsia

  • Incidente a Carpiano, scontro tra due auto piene di bambini: bimba di 7 mesi grave

Torna su
MilanoToday è in caricamento