Farmacie comunali, la protesta dopo le lettere di licenziamento

52 dipendenti ricevono la lettera di "imminente licenziamento": solo a luglio lo scontro per il passaggio al contratto privato e l'assicurazione: "Nessuna ricaduta su lavoratori"

Dipendenti delle farmacie comunali preoccupati

Cinquantadue dipendenti delle ex farmacie comunali (quelle col marchio Lloyds) hanno ricevuto la comunicazione dell'imminente licenziamento. Una loro delegazione ha protestato lunedì pomeriggio davanti a Palazzo Marino e ha incontrato l'assessore alle politiche sociali Pierfrancesco Majorino e alcuni consiglieri comunali.

Il comune detiene il 20% delle farmacie dopo la privatizzazione, che risale all'era Albertini. La controllante, con l'80%, è Admenta (che controlla anche le farmacie comunali di Parma, Lissone, Bologna e Prato). Risale a luglio la prima avvisaglia, quando Admenta decise di "rompere" con Assofarm e di passare dal contratto delle farmacie pubbliche a quello delle farmacie private, incontrando l'opposizione dei lavoratori.

Il gruppo Admenta, in estate, aveva rassicurato tutti con un comunicato nel quale sottolineava che il passaggio di contratto non avrebbe avuto alcuna conseguenza per i lavoratori in termini retributivi e di altri dettagli del contratto stesso. Poi le lettere di imminente licenziamento.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ai lavoratori è arrivata la piena solidarietà di Majorino (che ha annunciato per martedì una comunicazione ai vertici Admenta) e di vari consiglieri comunali, tra cui Patrizia Quartieri (Sel) e Alessandro Giugni (Pd), che invitano il comune ad avviare una trattativa serrata con l'azienda.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, l'allarme dei medici di Milano: "Prepararsi a stagione influenzale o sarà crisi"

  • Milano, folle abbandona la mamma sull'A7, poi picchia un tranviere e si mette a guidare il tram

  • Covid, nuova ordinanza sulle mascherine in Lombardia: quando è obbligatoria, quando no

  • Accoltellato sull'autobus a Milano, 23enne gravissimo in ospedale

  • Follia alla Darsena: due ragazzi gettano in acqua un venditore di rose e poi scappano

  • Coronavirus, nuovo decreto su mascherine, discoteche e voli: che cosa (non) cambia dal 14 luglio

Torna su
MilanoToday è in caricamento