Farmacista in coma avvelenato da cianuro. Fermato un sospetto

La polizia avrebbe fermato una persona che sarebbe colpevole dell'avvelenamento di un farmacista con del cianuro. L'uomo è in gravi condizioni in coma

La polizia ha fermato un uomo

Un farmacista milanese, Luigi Fontana, è rimasto in coma dopo quello che, all'apparenza, sembrava un tragico malore. Ma le indagini e le analisi sull'uomo hanno dimostrato che si era trattato di un avvelenamento da cianuro.

C'è un sospetto. La polizia ha fermato una persona. Si chiama Gianfranco Bona, ed è un autotrasportare. Avrebbe messo il cianuro nell'aperitivo di Fontana poichè aveva con quest'ultimo un debito da 200mila euro che non poteva pagare. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Clienti delusi dal villaggio di Natale di Milano, proteste sui social e richieste di rimborso

  • Incidente in viale Bezzi, schianto tra un filobus della 91 e un camion per la raccolta rifiuti

  • Shirley, la baby sitter morta nello schianto tra un pullman Atm e un camion Amsa a Milano

  • Villaggio di Natale di San Siro, l'organizzazione ai clienti delusi: 'Le criticità verranno risolte'

  • Milano, rapinato il ristoratore dei vip: "Pistola contro per rubarmi soldi contanti e orologio"

  • "Puoi spostarti?": ragazza prende a schiaffi un uomo sull'autobus Atm, ma lui è sordomuto

Torna su
MilanoToday è in caricamento